A diversi giorni dalla divulgazione del caso politico che ha visto 'Aquarius', nave facente capo all'Organizzazione Non Governativa 'SOS Mediterranée' e originariamente diretta in Italia, essere costretta a dirigersi in Spagna, è la crociata mediatica che vede protagonisti il leader della Lega e le ONG a riempire le pagine delle principali testate giornalistiche nostrane ed internazionali.

L'Italia cede alla Libia operazione di soccorso-migranti: la missione libica di Matteo Salvini

A tenere banco nel mondo dell'informazione made in Italy, nel corso degli ultimi giorni, sono soprattutto le notizie concernenti il delicato tema della Crisi Migratoria, che è stato l'argomento-principe di discussione, tra i Paesi facenti parte dell'Unione Europea, in occasione del vertice sull'immigrazione tenutosi la scorsa domenica, 24 giugno.

Dopo il 'no' secco giunto dal Governo Lega-Movimento 5 Stelle ad 'Aquarius', per lo sbarco di quest'ultima sulle coste italiane, l'avvenuto salvataggio migranti effettuato da parte della Guardia Costiera italiana a Pozzallo (in Sicilia) per la nave 'Diciotti', con a bordo oltre 500 migranti, e il nuovo 'no' giunto dal Governo per lo sbarco di 'Lifeline' sulle coste italiane, il leader del carroccio si è detto soddisfatto del lavoro portato a termine sinora in qualità di 'Ministro degli Interni'.

''Ringrazio di cuore, da ministro e papà, le autorità e la Guardia Costiera libica che oggi ha salvato e riportato in Libia 820 migranti, rendendo vano il lavoro di scafisti ed evitando operazioni scorrette da parte delle 'ONG''', queste ultime sono le parole che Matteo Salvini ha speso in un messaggio lanciato via social media, a seguito dell'operazione di salvataggio condotta da parte della Guardia Costiera della Libia, la quale ha riportato nel territorio libico oltre 800 migranti rimasti alla deriva nel Mediterraneo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Matteo Salvini

Ove mai i migranti non fossero stati salvati dalla Guardia Costiera libica, sarebbero stati di lì a poco trasbordati dalla ONG 'Open Arms', diretta verso l'Italia.

''Questi 'volontari' mi hanno dato dello 'st****o di m***a', perché stiamo bloccando i trafficanti di esseri umani. Fortuna che loro sono i buoni e noi i cattivi'', quest'ultimo è il post che ha tuonato Matteo Salvini sul suo profilo Facebook, alludendo al 'mi piace' sibillino giunto dal profilo ufficiale dell'ONG 'Open Arms' ad un post condiviso online, contenente un epiteto offensivo affibbiato al Ministro degli Interni.

Diversi minuti fa, Matteo Salvini ha reso noto ai suoi followers di essere in partenza per la Libia, dove il leader della Lega è atteso per un incontro con Al Sarraj. Intanto i porti italiani restano chiusi dinanzi ai nuovi tentavi di sbarco migranti e continua lo stallo della nave Lifeline e del cargo Alexander Maersk, con a bordo 350 persone che attendono di toccare il suolo della terra promessa.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto