Giulia Sarti, deputata del Movimento 5 Stelle, travolta dal caso "mancati rimborsi" (denunciato diversi mesi fa dalla trasmissione Le Iene) si è autosospesa dal partito e ha lasciato la presidenza della Commissione Giustizia della Camera. La grillina aveva accusato, e denunciato, l'ex compagno Bogdan Andrea Tibusche (conosciuto sui social anche come Andrea De Girolamo) di averle sottratto soldi dal conto. L'uomo ha svelato il retroscena politico della denuncia e le pressioni dei portavoce Rocco Casalino e di Ilaria Loquenzi.

Superfurbetti a Cinque Stelle

Nel febbraio 2018, a pochi giorni dalle elezioni nazionali, la trasmissione di Italia 1 Le Iene, mandò in onda un'inchiesta sulle false restituzioni degli stipendi di alcuni parlamentari pentastellati al Fondo per il micro-credito volto a finanziare le Pmi. Filippo Roma. partendo dalla testimonianza di un ex militante del M5S, aveva così dimostrato che almeno una decina di parlamentari, in realtà, non aveva mai restituito i compensi ricevuti,come dichiarato agli elettori.

Tra i "Superfurbetti a Cinque Stelle" - che dopo aver autorizzato il bonifico lo revocavano - c'era anche Giulia Sarti che, alla fine, aveva dovuto restituire al MoVimento 23.500 euro.

.

Le chat e la denuncia

Circa un anno fa, Giulia Sarti, via chat, spiegò al suo fidanzato dell'epoca (che da 4 anni le teneva anche la contabilità) che avrebbe dovuto denunciarlo per salvarsi la faccia ed uscire indenne dal caso "Rimborsopoli grillina".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica M5S

Secondo Ilaria Loquenzi, capo staff comunicazione e Rocco Casalino (attuale portavoce del premier Giuseppe Conte) era l'unico modo per uscire da "quella storia".

Così, dopo ore di chiacchiere su Telegram - tutte trascritte dai magistrati - Giulia Sarti, pochi giorni prima del 4 marzo, decise di querelare il compagno Bogdan Andrea Tibusche, attivista e consulente informatico campano, per appropriazione indebita e per truffa.

Lui, però davanti al pm si difese mostrando chat, documenti e facendo nomi.

La Sarti,perdonata da Luigi Di Maio e dal M5S, invece, venne reintegrata a pieno regime nel Movimento e, qualche mese più tardi, venne anche eletta presidente della Commissione Giustizia.

Le dimissioni

La procura di Rimini, circa un mese fa , con un atto firmato dal Procuratore capo Elisabetta Melotti e del pm Davide Ercolani, ha depositato la richiesta di archiviazione dell’indagine in quanto non sono stati rinvenuti idonei elementi per ritenere che Tibusche abbia sottratto denaro senza approvazione o autorizzazione da parte dell’on.

Sarti.

Nei giorni scorsi, la procura di Rimini ha archiviato così la denuncia e Giulia Sarti, considerata la vera responsabile per quei mancati versamenti, ed è stata travolta così da un nuovo terremoto politico.

Il legale di Bogdan Andrea Tibusche, l'avvocato Mario Scarpa, ha spiegato che per il suo assistito la vicenda non è finita: " Lui è feroce - ha dichiarato- Quella denuncia fu strumentale e ora valuteremo come reagire":

Nelle scorse ore, la deputata Sarti si è autosospesa e ha lasciato la presidenza della Commissione Giustizia.

Prima di farlo ha precisato che Ilaria Loquenzi e Rocco Casalino non l'hanno spinta a denunciare nessuno, ma anzi le sono stati vicini. Probabilmente il suo posto sarà preso da Francesca Businarolo, deputata alla seconda legislatura e relatrice della legge sul whistleblowing,

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto