Le elezioni europee 2019 sono ormai alle porte ed i 27 Stati membri si preparano al voto. E mentre il Movimento Cinque Stelle è ancora alla ricerca di partner, la Lega di Matteo Salvini pare muoversi su un doppio binario. Il segretario del Carroccio, infatti, sta cercando alleati all'interno del prossimo europarlamento, ma non solo; dopo essersi avvicinato a Ungheria e Polonia, ha invitato Bucarest ad aderire al gruppo sovranista. Il vicepremier, inoltre, nelle scorse ore, ha smentito le voci che lo volevano al parlamento UE alleato con i grillini.

Pubblicità

"Aderite al partito sovranista"

Nei giorni scorsi, il ministro dell'interno Matteo Salvini avrebbe inviato un messaggio di lode e complimenti al Psd - Partito Social Democratico - romeno. Nella sua missiva, inoltre, avrebbe invitato il segretario del partito, Liviu Dragnea, a collaborare con la Lega e a unirsi, dopo le elezioni europee, al fronte sovranista. A rivelarlo sono stati i siti web Sputnik e G4Media.ro che hanno citato attendibili fonti vicine al movimento legato al Partito del Socialismo Europeo.

Qualche settimana fa, in occasione del ricevimento per la presidenza di turno del Consiglio dell'Unione Europe affidata proprio a Bucarest, il vicepremier avrebbe decantato le lodi dell'ambasciata romena in Italia; Salvini, nel suo discorso, ha parlato di Paesi uniti da un legame di amicizia e fratellanza che devono difendere, insieme, i valori tradizionali.

Valori che potrebbero proprio essere la base di una futura intesa con il Psd, partito che sembra mal digerire l’ingerenza di Bruxelles (soprattutto in proposito della recente riforma della giustizia) e che si sta allontanando dalla famiglia del Pse (e soprattutto dal candidato socialista per la presidenza della Commissione, Timmermans).

Pubblicità

"Alleanza con il M5S? No, grazie"

Claudio Borghi, presidente della Commissione Bilancio della Camera, a margine della European Parliamentary Week ha dichiarato che nel corso della prossima legislatura la Lega sarà uno dei partiti con più seggi al parlamento europeo e non ha escluso che nel "fortissimo gruppo eurocritico" potessero convergere anche i grillini.

Nelle scorse ore, però, Matteo Salvini ha smentito di allearsi al Movimento 5 Stelle e ha messo in chiaro che non sta ragionando su gruppi unici e alleanze.

"Come Lega siamo centrali - ha spiegato ai microfoni di Rtl 102,5 - l'Europa deve fare poche cose ma deve farle al meglio".