Tra i tanti temi trattati nel corso dell’ultima puntata di Dritto e Rovescio, il talk show di Rete 4 condotto da Paolo Del Debbio, c’era anche quello caldissimo del possibile ritorno del fascismo in Italia. A discutere dell’argomento nello studio Mediaset sono stati invitati Alba Parietti, Pierfrancesco Majorino (Assessore alle Politiche sociali del Comune di Milano nella giunta del Sindaco Pd Giuseppe Sala) e, collegata in video, alessandra mussolini. Presente tra il pubblico anche Fiamma Morini, signora 94enne, fascista dichiarata ed ex membro della Repubblica Sociale.

E sono proprio le parole orgogliose della Morini a far saltare la mosca al naso alla Parietti e a Majorino, con quest’ultimo che si è reso protagonista di un furioso litigio con la nipote del Duce.

Pierfrancesco Majorino indignato con l’anziana fascista

Nell’ultima puntata di Dritto e Rovescio, andata in onda giovedì 2 maggio, la signora Fiamma Morini, 94enne fascista dichiarata ed ex membro della Repubblica Sociale, ha appena finito di parlare (interrotta più volte da una esagitata Alba Parietti). La sua giustificazione di quanto di buono fatto dal fascismo non viene però digerita nemmeno da Pierfrancesco Majorino, politico milanese del Pd. “Continuo a pensare che questa testimonianza di questa signora, uguale a quella che possono fare anche tanti altri evidentemente, sia una testimonianza che la dice lunga - si indigna Majorino - Il fascismo è stato una tragedia per questo Paese.

E bisogna dirlo così, punto”.

Alessandra Mussolini lo attacca: ‘Guarda come fomenta l’odio’

Ma l’Assessore di Giuseppe Sala non fa in tempo a completare il suo intervento perché Alessandra Mussolini, già innervositasi per il comportamento poco elegante tenuto dalla Parietti, lo interrompe bruscamente. “Guarda come fomenta l’odio.

Odiatore, odiatore seriale, tu sei un odiatore seriale”, lo accusa con veemenza la nipote del Duce. A quel punto il conduttore Del Debbio, abile ad accendere la miccia della discussione e altrettanto scaltro a fingersi poi pompiere quando la situazione rischia di fuggirgli di mano, la zittisce: “Togliete tutti gli audio e fate finire Majorino”.

Il politico Dem allora prosegue nella sua invettiva ricordando che “i fascisti sono stati corresponsabili di una scelta allucinante, grave, drammatica, che è stata quella della guerra. Hanno partecipato assieme ai nazisti allo sterminio del popolo ebraico. È perfino surreale doverlo ricordare. E questo Paese allora ha fatto giganteschi passi indietro sul piano della democrazia e delle libertà. E grazie al fatto che c’è stata la democrazia e la Resistenza si possono ascoltare in una trasmissione cose simili. Perché, se vincevano loro, gente che la pensa diversamente col cavolo che era qui a dire quello che vuole. Non dimentichiamoci mai questa banalità, anche se trovo incredibile doverla ricordare”.

Segui la pagina Pd
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!