Il Partito Democratico è uscito dalle europee con uno stato d'animo caratterizzato dalla positività. Tutto nasce dal fatto che la parabole, dopo anni di perdite, è tornata a salire ed in molti hanno dato una spiegazione a ciò con l'effetto Zingaretti. Per altri, però, i 'dem' avrebbero accolto con toni troppo trionfalistici i risultati dell'ultima tornata elettorale. In fondo si tratta del maggior partito del centro-sinistra che oggi raccoglie poco più del 20%, lontanissimo dalla Lega e ancor di più da un'eventuale ed ipotetica coalizione di centro-destra destinata ad oggi, andare oltre il 40% con o senza Forza Italia.

Pubblicità
Pubblicità

Proprio Nicola Zingaretti è stato ospite della trasmissione Di Martedì, condotta da Giovanni Floris e evidenziando i propositi per il futuro si è lasciato andare una frase che richiama altri partiti politici, suscitando una certa ilarità nel conduttore. Il segretario del Pd, inoltre, ha rivendicato tutti i risultati del Pd nelle ultime elezioni

Zingaretti risponde a Renzi

Nicola Zingaretti, sollecitato da Floris, ci tiene a puntualizzare che non risponde al vero il fatto i 'dem' non abbiano acquisito maggiore consenso alle europee rispetto al passato.

Pubblicità

La sua spiegazione è prettamente matematica e tecnica: "Questa cosa che noi abbiamo preso meno voti delle politiche è un falso. Alle politiche abbiamo preso 5 milioni e ottocentomila voti, alle europee sei milioni e cento. Loro hanno contato un numero che è la somma del voto proporzionale e del voto maggioritario". Il segretario del Pd poi gonfia il petto per quanto fatto:"Senza fare euforia ha preso più voti in termini reali, in termini percentuali, è ridiventato la seconda forza politica. Per la prima volta, grazie a sindaci straordinari, dopo cinque anni ha vinto al ballottaggio sei principali città".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Salvini M5S

Zingaretti lancia frecciate a Salvini

Zingaretti tiene a placare le polemiche interne all'interno del Partito Democratico e si lascia andare ad un'esternazione:"Questo è un risultato di tutti. Pensiamo prima agli italiani e poi alle polemiche tra di noi". Floris, a quel punto, fa una battuta ricordando come la frase assomigli ad una delle più celebri di Salvini:"Bello questo slogan" Poi Zingaretti esprime il suo punto di vista.

"Ci siamo fatti . rivela - rubare delle parole. Ho vinto il congresso con lo slogan 'Prima le persone' perché ci siamo fatti le rubare le parole da chi dice prima gli italiani, ma li ha messi con il sedere per terra in un anno". Una frecciata neanche troppo velata a Matteo Salvini, leader di una Lega che, per il momento, resta lontana, nonostante la risalita del Pd maturata con l'insediamento del governatore del Lazio.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto