Alexandr Dugin è uno dei più conosciuti e controversi ideologi della Russia contemporanea, appartenente alla corrente filosofica e Politica del cosiddetto neo-eurasiatismo. Negli ultimi giorni lo stesso pensatore russo si trovava in Italia, dove ha partecipato a diversi convegni e conferenze incentrate sulla riflessione intorno alla crisi della globalizzazione 'occidentalista' e sulla riscoperta delle tradizioni e delle identità culturali e nazionali.

Pubblicità
Pubblicità

Su ciò, bisogna dire che il tour di Dugin ha causato anche diverse polemiche per via della presenza, tra gli organizzatori dei diversi convegni, di alcuni personaggi e associazioni legate al mondo della destra radicale.

L'opinione di Dugin sul Papa e il 'femminismo mistico'

Durante l'ultima conferenza del tour italiano, tenutasi a Udine, il discusso politologo di origine russa ha detto la sua anche sull'operato di Papa Francesco.

Pubblicità

Più precisamente, come riporta Affari Italiani, rispondendo ad una domanda di un'ascoltatrice, Dugin ha dichiarato che si può ben parlare di una politica 'duale' da parte di Bergoglio. Difatti, secondo Dugin, Papa Francesco è un vero populista ed anticapitalista nell'America Latina, mentre in Occidente ha una politica considerata troppo filo-globalista. Inoltre, durante la conferenza, il pensatore russo ha avuto modo anche di parlare della sua idea di 'femminismo mistico', affermando che la donna costituirebbe un vero e proprio mistero divino.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Papa Francesco

I relatori della conferenza di Udine, da Fusaro a Chiesa passando per Labini

La tappa di Udine è stata organizzata e voluta dal poeta e filosofo Emanuele Franz. Andando maggiormente nello specifico, l'incontro con il pensatore neo-eurasiatista si è tenuto al Castello della città e ha visto la partecipazione di note personalità come il filosofo Diego Fusaro, il giornalista e fondatore di Pandora Tv Giulietto Chiesa e l'attore e blogger de Il Giornale, nonché fondatore dell'associazione 'Cultura e Identità', Edoardo Sylos Labini.

Durante il convegno, intitolato 'Identitas: uguali ma diversi', si è parlato della situazione geopolitica mondiale, del ruolo dell'identitarismo e della crisi che attraversa il globalismo.

Pochi giorni prima dello stesso incontro, il noto teorico della comunicazione e linguista statunitense Noam Chomsky aveva rifiutato l'invito. Tale decisione di Chomsky aveva scatenato alcune discussioni online e non e, secondo alcuni opinionisti, essa era motivata dalla conoscenza della vicinanza alla destra radicale di alcune associazioni organizzatrici del convegno.

Pubblicità

Secondo alcuni opinionisti di destra, la posizione dell'intellettuale sarebbe maturata a seguito di "pressioni" di una parte del mondo accademico.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto