Negli ultimi giorni sono sorte alcune polemiche mediatiche in merito ad una recente puntata del programma radiofonico Fahrenheit, in onda sulle frequenze di Radio Rai 3. Andando maggiormente nei dettagli, nella puntata dell'11 giugno si era sostenuto che l'attuale ascesa elettorale della Lega Nord di Matteo Salvini potrebbe ricordare, relativamente, quella del Partito Nazionalsocialista dei Lavoratori tedesco meglio, il NSDAP tragicamente noto come Partito Nazista: durante la puntata si era presentato il libro "Sindrome 1933" dello scrittore di origine ebraica Siegmund Ginzberg e lo stesso Ginzberg aveva detto che il partito nazionalsocialista inizialmente aveva ben pochi consensi e fu solo nel 1930 che fece il grande balzo, affermando che le percentuali dell'ascesa del partito ricorderebbero quelle dell'attuale Lega Nord capitanata dal ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini. Tali dichiarazioni non sono decisamente piaciute ad alcuni dei principali giornali della destra italiana, Libero e Il Giornale in particolare.

Pubblicità
Pubblicità

La critica delle testate principali della destra: 'Paragone choc con i soldi del canone'

Come già accennato, le affermazioni di Ginzberg non sono passate inosservate ad alcuni osservatori ed opinionisti politici, specialmente quelli vicini o legati alla stampa simpatizzante dell'attuale Lega. Più precisamente, le dichiarazioni fatte dallo scrittore durante il programma condotto da Graziano Graziani sono state decisamente bocciate da parte de Il Giornale e di Libero.

Pubblicità

Nel caso de Il Giornale, si è affermato che quelle di Ginzberg sono state "dichiarazioni choc" mentre la testata diretta da Vittorio Feltri ha ricordato che tale "nazi-agguato" è stato fatto con i soldi che i cittadini pagano per il canone Rai.

Le somiglianze tra l'ideologia leghista e quelle di certa estrema destra: fantasie o teoria plausibile ?

Comunque sia e al di là delle polemiche sorte da una e dall'altra parte, le discusse dichiarazioni fatte dallo scrittore hanno rilanciato la discussione sulle presunte e/o eventuali somiglianze tra le proposte politiche ed ideologiche della Lega e quelle dell'estrema destra che si rifà alle vicende storiche del Ventennio e/o del nazionalsocialismo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Matteo Salvini

In linea di massima, bisogna dire che vi sono analisti ed opinionisti che sostengono che tali tesi siano delle esagerazioni ma anche svariati altri che affermano che vi siano delle relative somiglianze e dei chiari contatti politici sin dalla nascita della stessa Lega Nord.

Su tale tematica, bisogna dire che è indubbiamente esagerato e alquanto azzardato sostenere che Salvini sarebbe un "nuovo Fuhrer" o che la Lega Nord sia un partito di stampo neonazista e, d'altro canto, bisogna ricordare che non è comunque un mistero il fatto che vi siano stati contatti tra diversi esponenti dei vertici della Lega con alcuni movimenti e partiti dell'estrema destra neofascista o che una certa "narrazione leghista" ricordi o è almeno parzialmente ispirata a quella della suddetta destra radicale.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto