Sinisa Mihajlovic, in un'intervista rilasciata a Il Resto del Carlino, non ha fatto mistero di essere fan di Matteo Salvini. Una presa di posizione che fa discutere, quella di cui è autore una persona che occupa posizioni di rilievo in un ambiente diverso da quello a cui appartiene Salvini, il calcio. Parole la cui eco ha avuto diversi riscontri. Sono, infatti, arrivate reazioni contrastanti sia dal mondo politico che da quello dei social network: non poteva essere altrimenti, considerati i tempi dell'endorsement e il ruolo del serbo.

Sinisa Mihajlovic è, infatti, l'allenatore del Bologna e tra pochi giorni, il 26 gennaio, si vota per rinnovo del governo regionale dell'Emilia Romagna.

Mihajlovic lotta contro la lucemia

Sinisa Mihajlovic da ormai diversi mesi lotta contro la leucemia ed ha avuto un sostegno unanime da parte di tutta Italia che guarda con ammirazione la forza con cui il tecnico sta affrontando la sua dura battaglia. Il suo essere guerriero in campo e in panchina lo ha trasferito anche in una sfida più complicata.

Un carattere forte quello dell'ex difensore di Sampdoria, Lazio e Inter che, da calciatore, ha fatto innamorare milioni di appassionati di calcio per la potenza e la precisione di calcio del suo mancino. A sinistra, però, il serbo sembra avere giusto il piede migliore. O almeno è questo quello che si percepisce dalle parole riservate al leader della Lega: "Tifo per Matteo Salvini - ha detto secondo quanto riporta Repubblica - e spero che possa vincere in Emilia-Romagna con Lucia Borgonzoni".

E gli attestati di stima verso il numero uno del Carroccio sono importanti: 'Mi piace - ha proseguito - la sua grinta, ottima la scelta di una donna".

Salvini ringrazia Mihajlovic, gli altri hanno opinioni contrastanti

Sinisa Mihajlovic è reduce da un trapianto di midollo osseo. Il suo essere campione fuori dal campo rappresenta oggi un esempio per quanti devono trovare la forza di affrontare le battaglie più dure.

Non a caso, nei ringraziamenti, Matteo Salvini ha messo in rilievo il suo coraggio: "Grazie Sinisa, grande campione, uomo coraggioso" ha twittato il numero uno del Carroccio. "Forse - ha replicato il bolognese Casini - dovrebbe conoscere Bonaccini", mentre il Sindaco di Bologna Merola ha sottolineato come il suo Comune abbia dato la cittadinanza a Mihajlovic, mentre quelli amministrati dalla Lega l'abbiano negata a Liliana Segre. "Caro Sinisa, questa - ha affermato il primo cittadino di Bologna - è la democrazia, benvenuto a Bologna". Le trasmissioni cittadine che hanno come oggetto temi legati alla squadra felsinea, invece, hanno fatto segnare una certa spaccatura nella tifoseria, un po' come avvenuto sui social.

"Perché palesare la sua idea?" chiede qualcuno. Altri, invece, sottolineano come Mihajlovic avrebbe dovuto rispettare le opinioni diverse che potrebbero esserci tra i tifosi del Bologna. Punti di vista che, naturalmente, ognuno difenderà.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Matteo Salvini
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!