Dopo un lungo e drammatico tira e molla durato diversi giorni, la Rai ha finalmente deciso: Rula Jebreal sarà ospite di una serata del Festival di Sanremo che prenderà il via il prossimo 4 febbraio. Insieme a lei saliranno sul palco del Teatro Ariston altre nove donne. Dunque, dopo aver prima confermato la partecipazione della giornalista con doppio passaporto, israeliano e italiano, e poi averla esclusa a causa delle roventi polemiche esplose sui social network, i vertici di viale Mazzini hanno compiuto l’ennesima giravolta decidendo, in accordo con il conduttore Amadeus, di assegnare uno spazio alla Jebreal per un monologo sui diritti delle donne.

Sul banco degli imputati ci sarebbero le sue idee progressiste, contestate dalla sponda sovranista che fa capo a Matteo Salvini. Una decisione che, al posto di placare le polemiche, le ha invece fomentate. L’hashtag #BoicottaSanremo è infatti diventato subito di tendenza su Twitter.

La Rai ha deciso: Rula Jebreal sarà ospite di Amadeus per una serata

La decisione definitiva della Rai, a meno di clamorosi colpi di scena, sulla presenza di Rula Jebreal al Festival di Sanremo è stata presa nella giornata di martedì 7 gennaio.

Dopo un incontro a tre tra l’amministratore delegato Fabrizio Salini, la direttrice di Rai Uno Teresa De Santis e il conduttore Amadeus, si è infatti stabilito che la Jebreal sarà ospite di una serata del Festival. Insomma, i vertici di viale Mazzini non potevano dimostrare di aver ceduto alle richieste dei sovranisti di escludere la giornalista dalla kermesse musicale per motivi politici. Per questo, dopo aver precipitosamente annullato la sua presenza, hanno deciso altrettanto di corsa di assegnarle nuovamente uno spazio.

Una scelta compiuta proprio allo scopo di mettere fine alle polemiche esplose sui social.

Le reazioni social: ‘Il Festival deve essere di musica, non di discorsi contro l’Italia’

La decisione di riammettere Rula Jebreal al Festival di Sanremo ha però ottenuto l’effetto contrario a quello sperato dalla dirigenza della tv pubblica.

In queste ultime ore, infatti, sta impazzando su Twitter l’hashtag #BoicottaSanremo, divenuto un trending topic. “Con i soldi pubblici invitate Rula Jebreal che insulta sempre gli italiani. Sanremo è per la musica italiana non per sentirmi dire che sono fascista e maschilista solo perché sono nato maschietto e in Italia”, commenta qualcuno senza nascondere il suo sconcerto. “Il Festival deve essere di musica italiana, non di discorsi contro l’Italia e gli italiani.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Non vogliamo veline e Cia che sono contro di noi”, aggiunge un altro. C’è però anche da sottolineare che, in mezzo alla marea di messaggi contro la Jebreal, ce ne sono anche altri di indignazione per il fatto che, con tutti i problemi che ci sono nel mondo (vedi le tensioni tra Usa e Iran) l’hashtag #BoicottaSanremo riesca ad intercettare così tanto interesse.

Segui la nostra pagina Facebook!