Dalla Slovacchia arriva la notizia che il Primo Ministro della Slovacchia, Peter Pellegrini, sarebbe rientrato dal vertice dell'Unione Europea con la polmonite. Non una voce, ma una notizia che arriva direttamente dall'entourage del diretto interessato. Non manca chi sostiene, come ipotesi, che potrebbe anche aver contratto il Coronavirus o pone quantomeno il sospetto. Tra il serio ed il faceto se ne è parlato su La 7, dove Corrado Formigli ha delineato quali potrebbero essere gli scenari qualora venisse accertato un eventuale contagio di un politico così importante.

A partire dalla possibilità che i maggiori leader europei possano addirittura finire in quarantena. Tra loro ci sarebbero figure di spicco come il Presidente francese Emmanuel Macron ed anche il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. A loro naturalmente andrebbero aggiunti tutti quelli incontrati.

Coronavirus spauracchio d'Europa

Il coronavirus, al momento, ha colpito in maniera particolare l'Italia, ma rappresenta uno spauracchio che riguarda l'intera comunità internazionale. E' noto che si può manifestare anche attraverso una polmonite e questo fa sì che ogni manifestazione di un sintomo di questo tipo faccia creare il sospetto che possa trattarsi del temuto virus.

Accade lo stesso anche se a manifestare il problema è un politico di spicco come il Primo Ministro slovacco Peter Pellegrini.

Per Formigli non verrebbe mai fuori

Nel corso della trasmissione di La 7 dedicata agli aggiornamenti sul coronavirus sulla questione è intervenuto anche il giornalista Corrado Formigli. Si è posto l'accento sul fatto che Peter Pellegrini, secondo quanto dichiarato dalla portavoce, avrebbe una polmonite.

Ragionando in via ipotetica non è difficile associare il problema al temuto virus che fa paura in questi giorni. Si è provato, perciò, a ricostruire alcuni tra i suoi ultimi spostamenti. "Ha incontrato vari premier europei - ha sottolineato Formigli - compreso Giuseppe Conte". "Se venisse fuori - ha detto il giornalista - che il premier slovacco ha il coronavirus, dobbiamo mettere in quarantena Macron, Giuseppe Conte e i leader europei che lo hanno incontrato".

Tuttavia, Corrado Formigli non ha mancato di lanciare un'opinione personale secondo cui difficilmente si arriverà ad ammettere un'eventualità di questo tipo. "Ho come la sensazione che dalla Slovacchia non arriverà mai un'ufficializzazione - ha evidenziato - anche se fosse mai". Non resta che attendere per capire cosa accadrà e come si evolveranno le condizioni del premier slovacco che, tra l'altro, è stato definito 'esausto' dalla sua portavoce.

.

Segui la nostra pagina Facebook!