Junior Cally sta con le Sardine. Il trapper nativo di Fiumicino, la cui partecipazione a Sanremo sta tanto facendo discutere a causa dei testi di alcune sue canzoni considerati sessisti e violenti, più di una volta in questi ultimi giorni ha espresso la sua preferenza Politica in favore del movimento nato a Bologna. Mattia Santori, uno dei fondatori delle Sardine, gli ha anche risposto indirettamente, ironizzando sul fatto che anche lui e suoi compagni preferiscono le sardine ai pesci grossi. Chiaro riferimento alla strofa pronunciata dall’artista durante l’interpretazione di ‘Vado al massimo’ di Vasco Rossi durante la terza serata del Festival.

Una corrispondenza di amorosi sensi che ha fatto infuriare Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d’Italia ha infatti condiviso su Twitter le parole violente di Junior Cally contro donne e poliziotti, dichiarandosi affatto sorpresa dalle sue simpatie per i pesci azzurri.

La prima volta di Junior Cally sulle Sardine: ‘Tutta la vita loro’

Sconosciuto al grande pubblico televisivo fino a pochi giorni dall’inizio della 70esima edizione del Festival di Sanremo, Junior Cally è balzato improvvisamente ai dis-onori delle cronache per colpa del contenuto dei testi di alcune sue vecchie tracce, in cui non vengono risparmiati commenti violenti e sessisti nei confronti delle donne e nemmeno parolacce contro le forze dell’ordine.

Intervistato dalla testata Leggo proprio alla vigilia della prima serata di martedì 4 febbraio, Antonio Signore, questo il suo vero nome, non si è sottratto a dire la sua sulla politica. Il trapper ha, infatti, ammesso di aver votato nel recente passato per il M5S, ma di essersene poi pentito. Dunque, ha chiosato, niente da fare nemmeno per Renzi e Salvini, ‘vittime’ della sua canzone di Sanremo, ma “Sardine tutta la vita”.

Junior Cally cita le Sardine durante il remake di ‘Vado al massimo’: Santori ringrazia

Tempo due giorni e, durante la terza serata sanremese del 6 febbraio, Junior Cally decide nuovamente di citare Mattia Santori e compagni. Lo fa durante l’interpretazione di ‘Vado al massimo’, storico successo di Vasco Rossi, inserendo la frase “In mezzo a questi pesci grossi preferisco le Sardine”.

Stavolta, però, l’ennesima citazione da parte del trapper induce proprio Santori a commentare: “Sardine e arte nelle sue molteplici forme vanno sempre d'accordo.

Non conosciamo nello specifico il cantante e la sua musica e non sappiamo neanche se quelle ‘sardine' sono riferite a noi. Però anche noi ai pesci grossi preferiamo le sardine, quindi abbiamo già una cosa in comune”.

Giorgia Meloni indignata con Junior Cally: ‘A Sanremo l’odio delle Sardine’

A chiudere, almeno per il momento, il cerchio delle polemiche, ci pensa Giorgia Meloni.

La leader di Fratelli d’Italia, nella giornata di venerdì 7 febbraio, dopo aver assistito all’esibizione di Junior Cally, decide di pubblicare un post sul suo profilo Twitter in cui ripropone due spezzoni di vecchi testi del trapper: ‘L’ho ammazzata, le ho strappato la borsa, c’ho rivestito la maschera’ e ‘F… ogni membro della polizia’. Il tutto condito da inequivocabili commenti.

“A Sanremo l’odio delle Sardine - cinguetta la Meloni - Junior Cally, quello che nelle sue canzoni inneggia alla violenza contro le donne e che insulta la Polizia di Stato, un vero adoratore dell'odio...sta con le Sardine.

Non avevamo dubbi”.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Festival Sanremo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!