Mancano circa due settimane alle elezioni per il nuovo sindaco di Roma ma la situazione nella Capitale si fa sempre più preoccupante e tesa. Vi abbiamo parlato, nei nostri precedenti post, di come la città Eterna sia colpita da insoliti furti di tombini e da incredibile sporcizia ma un altro problema che affligge Roma è, sicuramente, quello del traffico. La situazione al centro, come molti di voi sapranno, è critica da anni ma anche nelle zone periferiche sembra essere peggiorata in modo impressionante e oggi vogliamo parlarvi di quello che stanno vivendo i residenti del III Municipio e, in particolar modo, della zona di Montesacro alto. 

Sospese due linee, ritardi clamorosi e traffico in tilt

Nella zona di Montesacro, centro del III municipio,  si è sollevata una vera e propria sollevazione popolare a fronte di alcune iniziative che hanno portato ad un vero e proprio stravolgimento della mobilità.

Infatti, sono state sospese due linee che collegavano la zona di Vigne Nuove con il centro di Roma e cioè la numero 342 e 60L che sono state sostituite con il 66. I piani alti assicurano che questo provvedimento non creerà problemi, anche a fronte di un vero e proprio potenziamento della linea 66 che collegherà Via Marx direttamente con la Stazione Termini, ma gli abitanti di Montesacro non ne sono così sicuri e lamentano uno stato sempre maggiore di caos che si vive nel quartiere. Via Ugo Ojetti, importante arteria di Monesacro, è spesso congestionata, sopratutto a causa dei mercatini domenicali che portano alla deviazione delle linee.

Autobus costretti a cambiare il loro percorso

Infatti, il bus 63, 435 e 337 sono costretti a cambiare il loro percorso e saltare gran parte della via, creando un vero e proprio blocco che produce ritardi notevoli e disagi.

I migliori video del giorno

E, negli ultimi giorni, i malumori dei concittadini sono aumentati a seguito di lampanti disservizi della linea 60 che collega Piazza Venezia con Largo Pugliese e che ha saltato numerose corse, creando un sovraffollamento preoccupante nei pochi mezzi messi a disposizione. Il nuovo sindaco saprà risolvere i problemi di queste zone periferiche, ma non di certo meno importanti?

MEZZI PUBBLICI, REINTRODURRE BIGLIETTAIO A BORDO

Una rete efficiente di mezzi pubblici è importante in tutte le città. In una città come Roma, viste le dimensioni , il numero di abitanti e la quantità di turisti e pendolari che la popolano ogni giorno è fondamentale. La situazione che oggi ci troviamo davanti nella Capitale è al limite della vivibilità, per questo bisogna agire in modo strutturale, ma anche intelligente. I mezzi pubblici sono spesso in ritardo, quando non saltano proprio le corse e quindi sono affollatissimi. Questo incrementa la propensione all'evasione e porta alcune persone a non pagare il biglietto. Per migliorare il servizio, oltre a portare a termine la Metro C, vorrei favorire lo sviluppo della rete tramviaria e aumentare le corsie preferenziali. Rendendo tutto più efficiente le corse si velocizzerebbero e si andrebbero ad eliminare le lunghe attese ed il sovraffollamento. Per farlo però servono risorse e bisogna fermare l'evasione. Ho quindi proposto la reintroduzione del bigliettaio a bordo, misura che tra le altre cose aumenterebbe il senso di sicurezza sui mezzi pubblici sia per i fruitori che per gli autisti. #Cronaca Roma