Lo spazio aereo è stato chiuso da stamattina, Roma nella bolla è super sorvegliata. 5.000 agenti sono già sul campo, tiratori scelti fanno sopralluoghi su i tetti del Campidoglio e dentro, nelle sale che 60 anni fa ospitarono la firma dei Trattati che tennero a battesimo l'Europa. Si mettono a punto gli ultimi dettagli per le cerimonie di domani.

La macchina delle celebrazioni è già partita

La macchina delle celebrazioni è già partita. Le prime delegazioni dei 40 Paesi sono già arrivate e Roma trattiene il fiato e si prepara ad un sabato da bollino rosso dal punto di vista dell'ordine pubblico. Domani centro super blindato, diviso in zona blu, il colore dell'Europa intono al Campidoglio e zona verde intorno al Quirinale. Chiuso il Colosseo e via dei Fori Imperiali.

Con la città che sarà attraversata da cortei e manifestazioni pro e contro l'Europa e stretta nella morsa di un duplice pericolo: da una parte, la presenza degli antagonisti, i cosiddetti black bloc, proveniente anche dall'estero, dall'altra la minaccia impalpabile, imprevedibile, ma rilanciata dai fatti di Londra di una ipotetica azione terroristica.

Linea dura contro i black bloc

Linea dura promette il Ministro degli Interni Minniti "ogni protesta sarà consentita, ma non superando il limite della violenza", dice. Attenzione agli antagonisti e ai black bloc, ma anche al corteo di Forza Nuova e c'è molta preoccupazione per ciò che potrebbe accadere nel pomeriggio con la manifestazione di Eurostop che vedrà sfilare gli estremisti di destra. Agenti di polizia in borghese s'infiltreranno nei cortei per controllarli dall'interno e sono stati aumentati il numero delle squadre speciali antiterrorismo impiegate per la strada, con gli 007 in azione e i soldati a vigilare Ambasciate e sedi di partiti e uffici pubblici.

I migliori video del giorno

Controlli rafforzati in stazione e all'aeroporto e lungo il percorso del corteo sono state installate un centinaio di telecamere controllate dalla centrale operativa della Questura. Barriere di cemento, i cosiddetti dissuasori, piazzate nelle strade per impedire l'accesso alle auto e stop ai camion già da oggi.