E' iniziata ufficialmente oggi la stagione balneare sul litorale Romano e già da diverso tempo, sopratutto nelle frazioni del comune di Fiumicino, in particolare #Fregene, Focene e Maccarese, sta operando una gang dedita ai furti in auto. Un caso, certo, di microcriminalità, ma che può danneggiare molto seriamente questo inizio di stagione, sia dal punto di vista dei commercianti ed esercenti della zona, ovviamente, ma anche dal punto di vista dei turisti, sia italiani che stranieri, o semplicemente dei romani che desiderano fare una gita fuori porta.

Come riferisce il quotidiano locale ilfaroonline, solo nel passato fine settimana si sono verificati due furti, uno a Fregene, sulla via Castellammare, via principale della frazione, piena di attività commerciali, in primo luogo ristoranti e bar, tipici delle località balneari. L'altro, poche ore prima e poco distante, a Focene, su Viale di Focene, altra frazione, leggermente più piccola, ma anche qui viale di Focene è la via principale, e anche qui vi sono molte attività commerciali, sopratutto stabilimenti balneari con annesso servizio di ristorazione.

Inoltre Focene è la frazione immediatamente precedente a Fregene venendo da #fiumicino. Quindi, si può supporre che la banda operi dei raid su tutta la zona e poi faccia passare del tempo per calmare le acque per poi riprendere.

Un'altra zona molto "battuta" dalla gang, oltre al litorale di Maccarese, altra frazione ricca di attività come gli stabilimenti balneari, è la stazione ferroviaria di Fiera di Roma con il relativo parcheggio. Alcuni pendolari, che frequentano regolarmente la stazione, sono rimasti sbalorditi dalla frequenza dei furti.

Come opera la banda

Secondo quanto è stato possibile ricostruire dalle molte denunce fatte, ad operare dovrebbero essere sempre in due, un uomo e una donna, non si sa se italiani o stranieri. Utilizzerebbero sempre auto rubate o intestate a nullatenenti e senza fissa dimora.

I migliori video del giorno

Uno dei due facendo finta di fare una camminata sceglierebbe l'auto da colpire, rompendo poi, rapidamente, il finestrino con una punta da trapano e porterebbe via tutto quello che può in pochi attimi, non importa il valore intrinseco. Infatti, i furti di cui si diceva all'inizio riguardavano oggetti di scarso valore.

Inoltre, le macchine scelte, molto spesso non sono, come si potrebbe pensare, quelle di alta gamma, come Mercedes, Porsche o Ferrari, ma le utilitarie, come la C1 o la Panda. Questo porta gli inquirenti a pensare che i malviventi abbiano pedinato le potenziali vittime dei furti. Per questo motivo a Maccarese gli esercenti hanno iniziato ad assumere dei vigilantes per sorvegliare le macchine dei clienti. #Cronaca Roma