Nuova scoperta nel campo della Scienza nutrizionistica che se confermata potrebbe portare enormi benefici a chi soffre di obesità o semplicemente a chi vuole mantenersi in forma in maniera più agevole. Si tratta di una scoperta effettuata da un team britannico di scienziati che ha pubblicato i risultati di questa ricerca sulla celebre rivista Online "Gut". Si tratta di un prodotto chimico sotto forma di polverina, la quale in pratica è in grado, se mischiata ad altri alimenti tipo pane o frullati, di saziare prima e di conseguenza di far perdere qualche chilo a chi è in sovrappeso oppure aiutare a mantenere la linea a chi già è in forma.

Tale sostanza chimica, definita come propinato, in pratica agisce attraverso il metabolismo delle fibre nell'intestino portando la sazietà prima del tempo normale. Il problema più complicato della ricerca era quello di fare arrivare tale propinato nel colon dove si stimolano gli ormoni che rilasciano lo stato di sazietà. Il problema è stato brillantemente risolto dall'equipe inglese che ha unito la sostanza ad un carboidrato che si chiama Inulina la quale è  presente in taluni vegetali. In questa maniera il propinato arriva nel colon solo a seguito della digestione avendo tutto il tempo di agire in maniera corretta.

Infatti a seguito dei test che sono stati realizzati dal gruppo di scienziati è stato evidenziato come tutti i partecipanti ai test che avevano assunto il propinato in pratica mangiavano in media il 14% in meno rispetto ad un pasto senza propinato.

Pertanto per funzionare questa sostanza andrebbe mangiata con regolarità un po' come si fa con le fibre e in questo modo a lungo andare avrebbe un effetto positivo e duraturo sul nostro organismo riducendo in maniera sana e naturale il nostro appetito. In conclusione la scoperta in questione è davvero importante in quanto se perfezionata potrebbe diventare una vera e propria arma assai efficace nella lotta contro obesità o per aiutare le persone in sovrappeso che vogliono perdere qualche chilo e rimettersi in forma più facilmente e naturalmente possibile senza particolari e debilitanti diete. 

Segui la pagina Scienza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!