Per essere attivi e attenti durante tutta la giornata bisogna dormire almeno 6 ore durante la notte. A rivelarlo oggi uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dellaUniversità del New Mexico insieme a quella della California di Los Angeles, i quali hanno studiato il comportamento di tre diverse popolazioni. E che conferma la stessa tendenza seguita dai nostri antenati per vivere bene.

La ricerca sul sonno

La ricerca diretta dallo studioso Jerome Siegel è stata condotta su 94 individui, ossia su 3 gruppi di volontari che vivono vicino all’Equatore, ovvero gli Hazda della Tanzania, i San della Namibia e gliTsimane della Bolivia.

Su questi individui i ricercatori hanno studiato il loro comportamento per circa 1.165 giorni. Queste popolazioni hanno dovuto indossare alcuni dispositivi, grazie ai quali i ricercatori hanno potuto registrare i loro movimenti, l’umidità, le temperature e i vasi sanguigni. I dati hanno rivelato che il loro sonno è organizzato in maniera molto simile a quello nostro, ovvero pare che dormano circa 6,5 ore per notte. Si addormentano, infatti,3 ore dopo che l'imbrunire e si svegliano poco prima dell’alba, dormendo più a lungo in inverno rispetto all'estate.

Da questa osservazione, i ricercatori sono giunti alla scoperta che i popoli sottoposti allo studio tendono a riposare da un minimo di 5 ad un massimo di 7 ore per notte. Si tratta, dunque, di un’organizzazione del sonno molto vicina a quella degli uomini moderni, in quanto il loro andare a dormire si basa sulla temperatura dell’ambiente piuttosto che sulla luce solare, come invece non si era soliti pensare.

Infatti, i ricercatori erano convinti che una volta tramontato il sole, i volontari, non avendo più nulla da fare, si sarebbero coricati. E, invece, questi tendono a trascorrere altre tre ore di veglia prima di addormentarsi. Questo discorso può essere affrontato anche per noi come per i nostri antenati di un tempo. Oggi, noi siamo soliti addormentarci meno naturalmente, proprio a causa dell’energia elettrica presente nelle nostre case.

Elettrodomestici come la televisione, il computer e gli smartphone hanno gradualmente rallentato l'andamento del sonno.

Se vuoirimanere aggiornato su questo ed altri argomenti, clicca sul tastoSeguivicino al nome ad inizio articolo.

Segui la pagina Scienza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!