Nella notte tra il 28 e il 29 ottobre 2017 dovremo spostare le lancette dell'orologio indietro di un'ora: in quest'occasione tornerà in vigore l'ora solare che resterà attiva fino al prossimo 25 marzo 2018. Come ogni anno, questo cambiamento dell'orario comporta più o meno gravi conseguenze sugli adulti e bambini: ecco alcune regole per affrontare al meglio l'arrivo dell'ora solare.

Gli effetti negativi del cambio orario

Lo spostamento di un'ora indietro delle lancette dell'orologio, sebbene permetta di dormire un'ora in più nella notte tra sabato 28 e domenica 29, comporta sia negli adulti che nei bambini alcuni effetti negativi che possono essere più o meno intensi: tra le prime conseguenze di questo cambiamento dell'orario ci sono sicuramente l'insonnia e l'inappetenza.

Riguardo al primo aspetto, secondo gli studiosi, a soffrire maggiormente questa variazione sono le "allodole": con questo termine si fa riferimento a quelle persone che sono solite andare a letto presto e ad alzarsi alle prime ore del mattino. Per ciò che riguarda la mancanza di appetito si tratta di un aspetto legato semplicemente ad uno spostamento dell'orario in cui si pranza o cena. Ma l'ora solare comporta anche stati di ansia, di pessimismo e di apatia, legate principalmente alla minore quantità di luce di cui riusciamo a beneficiare nell'arco della giornata. E allora cosa bisogna fare per combattere tutto questo?

Alcune regole per affrontare al meglio l'ora solare

Molti studiosi affermano che per affrontare al meglio il cambio dell'orario bisogna partire dalla cura dell'alimentazione:

  • è consigliabile, per esempio, consumare pasti leggeri, puntando su cotture semplici, come al forno o a vapore;
  • a colazione bere una tisana col miele per combattere stanchezza e migliorare l'umore;
  • evitare a cena cibi ricchi di grassi, alimenti eccitanti e superalcolici;
  • prediligere pane, pasta, riso e orzo, tutti alimenti che contengono un amminoacido in grado di migliorare il Benessere cerebrale;
  • tra la verdura fresca, optare soprattutto per gli spinaci;
  • consumare soprattutto legumi, semi e cereali integrali che contengono vitamina B1.

Oltre a queste regole per l'alimentazione, è fondamentale adattarsi al nuovo orario cambiando ogni giorno qualcosa della propria quotidianità: per esempio,sarebbe opportuno fare un riposino pomeridiano per riabituarsi ai ritmi autunnali e invernali e cercare di rispettare l'orario in vigore per andare a letto, anche se il sonno ancora non ha preso il sopravvento.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto