AIFA ( Agenzia Italiana del #farmaco) da diverso tempo si occupa di effettuare i dovuti controlli su quei farmaci che vengono poi messi in vendita nelle farmacie, per riuscire a capire se ci sono alcune medicine che devono essere ritirate dal commercio per difetti o per scadenze superate. Di alcuni giorni fa è la notizia del ritiro di un lotto di farmaco #Antinfiammatorio che è utilizzato dai consumatori per svariati motivi. Continuate a leggere l'articolo per scoprire di cosa si tratta.

Anomalie su un farmaco

I lotti di antinfiammatori ritirati sono stati quelli di Ibefen, indicato per il trattamento di artrite reumatoide, gotta acuta, sciatalgie, mialgie, borsiti, tendiniti, contusioni, distorsioni, strappi muscolari e flebiti.

A darne annuncio è stato lo Sportello dei Diritti, rivelando che i lotti ritirati sono lo 012 e lo 013, venduti in bustine da 30 e 50 milligrammi, con la dicitura Ibifen*Os Grat Eff. A procedere al ritiro [VIDEO] è stata la società Polifarma per conto del proprietario AIC IBI Istituto Biochimico Italiano. A tutti coloro che hanno acquistato tale prodotto, è consigliabile andare a controllare la scatola di Ibefen in proprio possesso per accertarsi che questa non abbia gli stessi lotti di quelli ritirati dal commercio.

Se per caso possedete dei prodotti con tale numero di lotto, il consiglio è quello di riportarli nella farmacia dove sono stati acquistati e chiedere il cambio del prodotto. La causa del ritiro dal commercio dei farmaci andrebbe ricercato nel modo di conservazione dei prodotti, che molto probabilmente è stato inadeguato a ciò che il farmaco richiedeva.

Ecco come conservare i farmaci

La corretta conservazione dei farmaci è un'elemento fondamentale per la #salute. Se il medicinale deve avere una temperatura da due a otto gradi, dovreste conservalo in frigorifero [VIDEO] in un'apposito contenitore. Il farmacista che detiene e vende dei medicinali danneggiati o scaduti e li rivende, compie un reato contro l'incolumità pubblica.

La principale accortezza che dobbiamo avere per i farmaci è la temperatura a cui li riponiamo, che deve essere adatta a quella prescritta dal foglio illustrativo. Prima di assumere qualsiasi medicinale, dobbiamo prima di tutto controllare la sua scadenza e poi verificare che non sia danneggiato in alcuna maniera possibile.

Per ulteriori informazioni cliccate sul tasto 'Segui' in alto a sinistra.