Chi non ha mai provato la sensazione di una pancia gonfia come un pallone? Specie se si esagera dopo i pasti è normale avere un addome che appare un po' gonfio e prominente. Non c'è nulla di strano se poi questo si tradurrà in emissioni di gas intestinale: un intestino che funziona correttamente ci farà espellere gas da 5 a 15 volte al giorno. Talvolta però il problema si fa decisamente più imbarazzante.

C'è infatti chi dopo aver mangiato letteralmente "lievita", con silhouette rovinata e "perturbazioni" decisamente più frequenti. Accanto a questi disagi, la tensione addominale potrà renderci nervosi e risultare persino dolorosa, segno di cattiva digestione o di altri problemi che andranno eventualmente indagati con il proprio medico. Ma vediamo prima di tutto quali sono le possibili cause del gonfiore di stomaco.

Quali sono le cause del gonfiore di stomaco?

meteorismo (accumulo di gas nell'intestino) e flatulenza (emissione di gas intestinali) sono principalmente dovuti alla deglutizione dell'aria durante il giorno, ma anche ai gas che si sviluppano mentre l'intestino lavora per digerire gli alimenti. I gas prodotti sono una miscela di gas prevalentemente inodori, come anidride carbonica, ossigeno, idrogeno, azoto e talvolta metano.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Ma eccessiva flatulenza o peti di cattivo odore potrebbero nascondere un problema medico quale: intolleranza alimentare; celiachia; sindrome del colon irritabile; patologie gastrointestinali più gravi come peritonite e gastroenterite. Ansia, stress, sedentarietà, l'uso di alcuni farmaci e una cattiva alimentazione troppo ricca di zuccheri raffinati possono peggiorare il problema della pancia gonfia.

Occorre consultare il medico qualora accanto al gonfiore addominale dovessero presentarsi i seguenti sintomi: mal di stomaco o dolore; nausea o vomito; diarrea; perdita di peso inaspettato; sangue nelle feci; episodi continui di stitichezza o diarrea; temperatura corporea elevata o sensazione di caldo e brividi.

Rimedi naturali contro il gonfiore di stomaco

Nella maggior parte dei casi non c'è nulla di cui preoccuparsi.

Basterà adottare delle piccole strategie per ridurre gonfiore di stomaco, meteorismo e flatulenza in maniera del tutto naturale. Ecco i Rimedi Naturali più efficaci:

  • Mangiare più lentamente e con la bocca chiusa: prendiamoci tutto il tempo necessario per consumare i pasti, eviteremo così un'eccessiva ingestione di aria (aerofagia):
  • Evitare le gomme da masticare: anche in questo caso aumenta l'ingestione di aria e quindi il gonfiore addominale;
  • Escludere gli alimenti che provocano intolleranze ed allergie: ascoltando i segnali del nostro corpo non sarà difficile capire quali alimenti provocano i principali fastidi legati alla digestione. Nel dubbio proviamo ad individuarli con un dieta ad esclusione, come ci consiglierà il nostro medico curante;
  • Non indossare abiti troppo attillati: a parte evitarci il disagio di una pancia gonfia messa ancor più in evidenza, ciò permetterà al nostro intestino di lavorare meglio e di eliminare più agevolmente i gas intestinali;
  • Attenzione a questi alimenti: esistono degli alimenti (molti di questi sono salutari e quindi non sono da escludere, ma solo da limitare in caso di gonfiore di stomaco) che più di altri favoriscono la produzione di gas intestinale a causa dei processi di fermentazione. Sono tutti quelli che contengono carboidrati quali fruttosio, lattosio, fibre insolubili e amido, come: fagioli, verdure a foglia verde (cavoli, cavoletti di Bruxelles, broccoli e asparagi); bevande analcoliche, succhi di frutta, cipolle, pere, carciofi; latte e latticini; frutta, crusca d'avena, piselli; patate, pasta, mais e prodotti che contengono grano;
  • Smettere di fumare: fumare (sigarette tradizionali o elettroniche) fa ingerire molta aria;
  • Svolgere attività fisica: l'esercizio fisico regolare aiuta a mantenere il sistema digestivo in buona forma. Anche una semplice passeggiata dopo i pasti renderà più facile la digestione contribuendo a ridurre il gonfiore addominale;
  • Bere molta acqua: la giusta idratazione (1,5 l / 2 l di acqua al giorno) manterrà l'intestino più attivo evitando la stitichezza, spesso causa di flatulenza e pancia gonfia;
  • Evitare le bevande gassate;
  • Assumere probiotici: i probiotici sono integratori che contengono i batteri sani (fermenti lattici) già presenti nel tratto digestivo di una persona. Questi batteri aiutano a digerire il cibo contribuendo alla riduzione del gas intestinale. Inizialmente i probiotici possono causare un aumento di gas e gonfiore. Questo problema di solito è di breve durata e diminuirà quando il corpo si abituerà alla presenza della nuova flora intestinale;
  • Assumere integratori enzimatici: come la lattasi che permetterà agli intolleranti di digerire il lattosio, causa comune di gonfiore di stomaco;

  • Gonfiore intestinale e fitoterapia: un valido aiuto può esserci fornito dall'uso di rimedi erboristici. Dopo i pasti assumiamo il classico carbone vegetale o dei rimedi della nonna che prevedono infusi a base di erbe dall'effetto digestivo e carminativo, quali: semi di finocchio, semi di coriandolo, cumino, zenzero, camomilla e menta
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto