Ecco la lista dei Top

1 - PaulPogba(Juventus)

Arriva un'Udinese in forma strepitosa allo JuventusStadium. I bianconeri di Torino, invece, non sono sicuramente nelloro miglior periodo: nel 2013 ancora nessuna vittoria in campionatoed un'infermeria affollata (a Chiellini si aggiungono Pirlo eMarchisio con un Vidal recuperato all'ultimo minuto). La Juve peròparte bene, mette da subito sotto l'Udinese, crea tanto ma non riescea sbloccare il risultato.

Ci pensa il francese classe '93, arrivatoin estate dallo United, a sistemare tutto: due suoi siluri strepitosidalla distanza risolvono la partita. Un giocatore destinatoinevitabilmente a diventare uno dei migliori centrocampisti d'Europa,a Manchester si staranno già mangiando le mani. Stella

2 –Alessio Cerci(Torino)

Giocatorediscontinuo, dal rendimento troppo altalenante. Ma quando Cerci sisveglia la mattina con la voglia di essere il protagonista dellagiornata, ci riesce e diventa improvvisamente un giocatore strepitosocapace di fare da solo la differenza.

L'esterno trascina i granataanche contro il Pescara, prima con un assist per Santana e poichiudendo la partita realizzando un'ottima rete (la sua secondaconsecutiva). Se dovesse trovare finalmente la giusta continuità,può tranquillamente stare in un grande club. Soprala media

3 –Gianpaolo Pazzini(Milan)

Quandovede il Bologna, si scatena, per lui 5 reti in due partite solo inquesta stagione.

Il Milan gioca ma non si impone nettamente sulBologna, sembra una di quelle partite difficili da sbloccare e chepuoi anche perdere se ti fai infilare da un contropiede. A sistemaretutto ci pensa il "Pazzo": fortunoso il primo gol, un capolavoroil secondo. Sicuramente Agliardi, portiere rossoblu, non vorrà piùsentire nominare il nome di Pazzini per un bel pò di tempo.Scatenato



Eccola lista dei Flop:

1 –Morgan De Sanctis(Napoli)

Conosciamotutti le qualità del portierone del Napoli ma la partita contro laFiorentina è per lui totalmente da dimenticare.

Regala ai viola ilvantaggio con una super papera su un tiro innocuo da metà campo diRoncaglia. L'ex portiere di Siviglia e Udinese è incerto edinsicuro per tutto il resto della partita ma riesce a portare a casain qualche modo un punto comunque prezioso. Nonracconterà la partita ai nipoti

2 –Sampdoria

Lastorica vittoria a Torino contro la Juve e il pareggio casalingocontro il Milan sembravano aver traghettato i blucerchiati fuoridalla crisi.

A Siena, nel classico scontro salvezza, la parolad'ordine per i liguri era solo una: non perdere. I ragazzi di DelioRossi giocano una partita sottotono, con poca grinta e senza idee: ilrisultato premia la squadra senese che grazie ad una rete di Bogdaniriapre tutto in zona salvezza. Per la Samp, la classifica torna adessere preoccupante, ora la zona retrocessione è a soli quattropunti. Che botta

3 –Marco Borriello(Genoa)

Uomosimbolo del momento nero del Genoa.

Pronti, via e il Catania sbloccasubito la partita dopo soli quattro minuti con Bergessio. Il Genoa sibutta in avanti e trova subito l'occasione giusta per pareggiare:cross di Immobile per Borriello che ad un metro dalla linea di portaspara incredibilmente sopra la traversa. I rossoblu ci provano,attaccano, ci riprovano ma riescono solo a subire il contropiede deldue a zero firmato Barrientos. Episodi che descrivono un momentosfortunato ma un attaccante del calibro di Borriello non puòsbagliare occasioni del genere. Affondato

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto