Paolo Bonolis non lascia, anzi raddoppia. Intervistato dalla trasmissione "1927 la storia continua" di Radio Manà Manà Sport, il noto presentatore non ha ritratto le accuse rivolte al Milan circa un mese fa. Bonolis aveva dichiarato di credere che gli errori arbitrali giudicati a favore del club rossonero facessero parte di un preciso disegno che puntava ad assicurare al Milan il terzo posto in campionato.

Da quelle dichiarazioni, che furono riprese dal sito ufficiale dell'Inter e che scatenarono le proteste del Milan, sono passati 30 giorni ma le idee di Bonolis non sono cambiate, anzi. "Ho visto Fiorentina-Roma e mi sembrava che la squadra viola desse fastidio al Milan...", ha dichiarato il presentatore facendo chiaramente riferimento al rigore negato alla Fiorentina, per il netto fallo di mano in area di De Rossi, sul risultato di 0-0.

Alla fine poi la Roma vincerà con il gol di testa di Osvaldo nei minuti di recupero.

"Il Milan ce l'ha ancora con me per le dichiarazioni di un mese fa? Non lo so - ha continuato Bonolis - è legittimo però che anche noi ce l'abbiamo con loro, anche se parliamo solo di pallone. Mi piace gettare i sassolini nello stagno, la realtà però è che spesso le partite sono condizionate da posizioni umanamente arbitrali.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A Inter

Quando, però, le decisioni avvantaggiano sempre una parte e svantaggiano sempre l'altra, mi sembra giusto porsi delle domande".

Il presentatore ha poi chiuso l'intervista parlando della situazione della sua Inter. Ha spiegato che, secondo lui, finora la società nerazzurra non ha operato sul mercato nella maniera richiesta da Stramaccioni. Al tecnico dell'Inter Bonolis confermerebbe la fiducia anche perché, spiega, in questa stagione non ha mai potuto schierare la formazione titolare a causa dell'emergenza infortuni.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto