L'America's Cup entra nel vivo dopo che il catamarano di Luna Rossa, guidata dallo skipper Max Sirena e con Chris Draper al timone, ha battuto gli svedesi di Artemis Racing nella semifinale di Vuitton Cup, avviandosi alla finale. Il regolamento prevede dal 17 al 30 agosto al meglio delle 7 regate e chi uscirà vincitore, tra Luna Rossa e New Zealand, si confronterà con Team Oracle dal 7 al 21 settembre al meglio delle 9 entusiasmanti gare.

L'equipaggio di Luna Rossa, imbarcazione italiana tesserata per il Circolo della Vela Sicilia, ha portato a casa un netto 4 a 0, non concedendo nulla a Paul Cayard e compagni, battendo il Team Artemis che regatava con un secondo AC72, avendo perso il primo catamarano dopo il naufragio del 9 maggio. L'impegno dal 17 agosto dovrà essere di altissimo livello, il confronto impone una strategia perfetta, manovre precise e puntuali, con un margine di errore minimo.

Dal 7 settembre Oracle aspetta il suo avversario e, si sa, Oracle non perdona. Probabilmente però, sul morale dell'equipaggio di Oracle peserà la bufera scatenata dall'ammissione di avere gareggiato le America's Cup World Series , il circuito preparatorio alla regata di San Francisco disputato dai catamarani più piccoli, gli AC45, con barche truccate per potenziare le prestazioni.

Sicuramente Oracle dovrà restituire onori, premi e punti in classifica, ci saranno delle penalità a carico di Oracle, i giudici stanno ancora valutando le sanzioni da irrogare, e la classifica potrebbe cambiare proprio a favore di Luna Rossa.

Il Team Oracle si è difeso in maniera poco incisiva, limitandosi a dichiarare che i catamarani erano stati modificati all'insaputa di tutti, dirigenti e skipper e di conseguenza nessuna responsabilità può essere accollata all'equipaggio.

Nel frattempo il Team di Patrizio Bertelli si è avvicinato al sogno di regatare in finale per strappare il trofeo dell'America's Cup ai detentori del titolo, nella celebre Baia di San Francisco.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto