Il beach volley azzurro ora ha due nuove idoli, Paolo Nicolai e Daniele Lupo che contiuano a regalare soddisfazioni, portandosi a casa sulla sabbia del Poetto cagliaritano, il titolo di campioni Europei.

Un match difficilissimo contro, i lettoni Samoilovs e Smedins, numeri 1 del mondo in questa disciplina, ha permesso ai due azzurri di entrare di diritto nella storia di questo sport, soprattutto se pensiamo che i nostri migliori risultati finora erano stati 3 bronzi ottenuti da Ghiurghi-Lequaglie (1993), Antonini-Lequaglie (1995) e Ghiurghi-Grigolo (1996).

Insomma se i messaggi lanciati nel World Tour dove Nicolai e Lupo avevano ottenuto due successi nelle tappe iniziali del 2014 a Fuzhou e Shanghai, con questo titolo arriva la ciliegina sulla torta, una torta ampiamente guadagnata visto che la finale è stata davvero difficilissima da portare a casa: gli azzurri hanno vinto 7 incontri su 7, battendo prima dei lettoni agli ottavi gli altri azzurri Cecchini-Martino, nei quarti gli olandesi Stiekema-Varenhorst e in semifinale gli austriaci Doppler-Horst.

Il match si è chiuso 17-15 al tie-break per la gioia degli oltre 2000 spettatori che hanno assistito al match. Per gli uomini il risultato più importante di sempre nel beach volley che va ad aggiungersi ai 5 ori femminili vinti con Bruschini-Solazzi (tris nel 1997, 1999 e 2000), Gattelli-Perrotta (2002) e Menegatti-Cicolari (2011).

Segui la pagina Pallavolo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!