Lewis Hamilton ha dominato il Gran Premio di Australia, iniziando nel migliore dei modi la stagione. Ha conquistato una vittoria grazie a una gara pulita, tenendo sempre a debita distanza il compagno di squadra Nico Rosberg, così come tutti gli altri avversari.

Ferrari in forma, grazie al terzo posto del neo acquisto Sebastian Vettel, che ha battuto la Williams di Felipe Massa. Jenson Button, nonostante sia arrivato 11° al traguardo, è riuscito nel suo obiettivo di portare al traguardo la sua lenta e inaffidabile McLaren-Honda.

Pubblicità
Pubblicità

Di fronte alla grande cornice di pubblico dell'Albert Park, sotto il cielo azzurro di una calda Melbourne, la stagione è iniziata con qualche defezione prima della partenza: Valeri Bottas (Williams) non ha preso parte alla gara, dal momento che ha passato la notte in ospedale, a seguito dell'incidente in qualifica; Kevin Magnussen (McLaren-Honda) è stato tradito dal suo motore, in fumo mentre si dirigeva verso il suo posto in griglia; infine Daniil Kvyat (Red Bull) non è riuscito a partire per un problema al cambio.

Pubblicità

A queste assenze si aggiungono quelle previste del Team Manor Marussia, che non ha preso parte al week end di gara, quindi abbiamo avuto alla partenza solo 15 vetture che sono ulteriormente diminuite quando Kimi Raikkonen (Ferrari), subito dopo la prima curva, ha toccato la Sauber di Felipe Nasr e la Lotus di Pastor Maldonado, con quest'ultimo che andrà a sbattere a muro. Subito alla prima curva Vettel fa subito vedere chi comanda in casa del cavallino rampante, difendendosi in modo autoritario nei confronti del compagno di squadra, mentre, Hamilton faceva la lepre, tenendo sempre un margine rassicurante su Rosberg.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ferrari

Grave errore ai box di Maranello in occasione del pist-stop di Kimi Raikkonen: durante la sua prima sosta, il finlandese ha perso molti secondi ad avvitare il pneumatico posteriore sinistro, problema che si ripropone durante la sosta successiva, quando il meccanico addetto alla stessa ruota non è riuscito ad avvitarla, costringendo il ferrarista al ritiro dopo tre curve. Nasr è stata la sorpresa di giornata, 5° al traguardo con una Sauber che vede arrivare 8° l'altra vettura di Marcus Ericsen.

F1 GP Australia 2015 - Tempi e risultati Gara

1 Lewis Hamilton Mercedes 1h31m54.067s

2 Nico Rosberg Mercedes -7.640

3 Sebastian Vettel Ferrari 25.523s

4 Felipe Massa Williams/Mercedes 29.196s

5 Felipe Nasr Sauber/Ferrari 1m26.149s

6 Daniel Ricciardo Red Bull/Renault 1 Lap

7 Nico Hulkenberg Force India/Mercedes 1 Lap

8 Marcus Ericsson Sauber/Ferrari 1 Lap

9 Carlos Sainz Jr.

Pubblicità

Toro Rosso/Renault 1 Lap

10 Sergio Perez Force India/Mercedes 1 Lap

11 Jenson Button McLaren/Honda 2 Laps



- Kimi Raikkonen Ferrari Retirement

- Max Verstappen Toro Rosso/Renault Retirement

- Kevin Magnussen McLaren/Honda Not started

- Valtteri Bottas Williams/Mercedes Withdrawn

- Daniil Kvyat Red Bull/Renault Not started

- Romain Grosjean Lotus/Mercedes Retirement

- Pastor Maldonado Lotus/Mercedes Collision

- Will Stevens Marussia/Ferrari Withdrawn

- Roberto Merhi Marussia/Ferrari Withdrawn

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto