Siamo di nuovo qui con voi per raccontarvi quanto è appena successo a Glasgow, ai campionati mondiali di ginnastica artistica, ed in particolare vogliamo soffermarci sul turno di qualifica che ha visto protagoniste le atlete statunitensi. Ricordiamo che tra loro, una in particolare è una "sorvegliata speciale": Simone Biles aspira al terzo titolo mondiale consecutivo individuale, impresa mai riuscita nella storia di questa disciplina.Le sue compagne di squadra che la supporteranno e che contribuiranno a rafforzare la fama sono Gabby Douglas, Aly Raisman, Madison Kocian, Brenna Dowell, e Maggie Nichols.

Si inizia dal suolo

A rompere il ghiaccio mondiale è la perla nera Gabrielle Douglas che, con il suo stile inconfondibile apre le danze con un 14.400, rimane dietro la nostra Erika Fasana, pur eseguendo un arabian da manuale. La seconda atleta è Brenna Dowell, la quale incredibilmente gareggia senza l'accompagnamento musicale: la base riprodotta non è quella che ha scelto, ma se interrompe l'esecuzione il punteggio sarà 0; con grinta e forza di volontà, accompagnata da un pubblico strepitoso che le batte le mani, riesce a portare a casa un punteggio di 13.996. Si susseguono Maggie Nichols che brilla con un 14.700 e l'olimpionica Raisman 14.533: quest'ultima, per la regola dei passaporti, sarà fuori dalla finale di specialità.

Ma sentite i fuochi d'artificio? Simone Biles entra in scena! Strepitosa, potente, precisa, coinvolgente: gli aggettivi non sono mai troppi per una scheggia che sa sempre emozionarci: 15.966, 6.9 la nota di partenza. Incredibile, che partenza!

Via al volteggio

L'attrezzo che regala evoluzioni spettacolari, e punteggi altissimi; le statunitensi non deludono.

Si parte col doppio avvitamento di Brenna, 15.100. 15.300 con una nota di partenza di 6.9 per Gabby, seguita da Aly, 15.133 e il suo amanar non precisissimo. Maggie ottiene 15.666, ma è Simone che sbalordisce. Stoppa perfettamente il suo primo salto amanar stellare e ottiene 16.000. Che gara! Il suo secondo salto è molto più modesto, ed ottiene 15.266.

Parallele amare

Si apre con una caduta la terza rotazione: protagonista Aly Raisman, che non conclude il Ricna ed ottiene 13.066 punti, pochissimi per una medagliata olimpica! Ma le statunitensi non si perdono d'animo, e proseguono la gara con Gabrielle Douglass che ottiene con 14.750; Simone Biles al suo attrezzo più ostico ottiene 14.666 e chiude la rotazione la specialista Maddy Kocian, con uno splendido 15.233.

Ultima rotazione... In equilibrio

All'ultimo attrezzo parte la Kocian portando a casa un 14.000 tondo tondo (dietro a Carlotta Ferlito, che incrocia le dita per disputare la finale di specialità), seguita a ruota da Gabrielle Douglas, la quale perde l'equilibrio e finisce a terra eseguendo un salto arabian.

Totalizza 13.066 e lasca il posto sui 10 cm a Nichols: XXX. Aly Raisman fa il suo, e con caparbietà ed eleganza segna un bel 14.066. Ecco la stella che tutti aspettano, Simone, attende a bordo campo facendo piccoli movimenti di stretching; sale sulla trave, e con un esplosione di potenzaaccompagnata da qualche piccola imprecisione ottiene 14.996, con una nota di partenza di 6.3.

Eravamo certi dell'ottima prestazione delle americane, ma Simone Biles fa proprio un altro sport: sfonda il muro dei 61 punti (61.598) e porta la squadra in prima posizione con ben 236.611 punti, staccando la Russia di 4 lunghezze. Che mondiale! E che finali al cardiopalma ci aspettano!