A far capire che i veleni del finale di stagione 2015 di MotoGPsi stavano ancora portandodietro importanti strascichi, ci aveva già pensato il clima “siberiano” che c'era stato tra Valentino Rossie Jorge Lorenzo in occasione della presentazione del team Movistar Yamaha 2016. Poi è stata la volta dell'annuncio dei tifosi italiani di Marc Marquez, che hanno fatto sapere di non voler andare al Mugello.

A gettare benzina sul fuoco, sebbene senza apparenti velleità di fare ciò, c'è purela FIM, la Federazione Motociclistica Internazionale, nella figura di Vito Ippolito, la quale sembra aver preso una decisione definitiva sulla ormai celeberrima telemetria del numero 93 riferita al GP di Sepang, quello della famosa “sportellata” tra l'italiano e lo spagnolo.

In quell'occasione Rossi fu accusato di aver dato un calcio a Marquez, caduto dopo il contatto e che avallò l'ipotesi, mentre il pesarese si difese dicendo che in quell'occasione non ci fu alcun calcio e che una simile dinamica non sarebbe stata possibile, per un semplice urto.

La polemica montò, con Honda a dichiarare da subito di disporre della telemetria della moto dello spagnolo, che comprovava la tesi del calcio, affermando di voler pubblicare i dati, cosa che venne inizialmente rinviata con la motivazione di non voler alimentare ulteriormente le polemiche.

A questo seguirono altre scaramucce verbali tra le due parti coinvolte, con la casa dell'ala dorata che in altre due occasioni sostenne di essere pronta a svelare i dati della telemetria di Marquez, senza però mai farlo.

“Telemetria sì, telemetria no” è stato quindi per lungo tempo il tormentone ed oggi, a mesi di distanza, parrebbe che a prevalere sia la seconda tesi. In un comunicato stampa infatti, la Federazione, in accordo con Honda, ha deciso di secretare i dati registrati dai sensori posizionati sulla RC213V numero 93.

L'intento, secondo il presidente della Federazione, è quello di non alimentare ulteriori polemiche tra le tifoserie, ma anche tra i team. Lacosa che è invece facilmente immaginabile è quella sortirà l'effetto esattamente contrario! La ragione di questo risiede nel fatto che, così facendo, resterà per sempre il dubbio su come siano realmente andate le cose.

Segui la pagina Moto GP
Segui
Segui la pagina Valentino Rossi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!