Con l'ennesima grande provaNico Rosberg siè aggiudicato il GP del Giappone 2016 di Formula 1 andato in scena oggi 9 ottobre a Suzuka, nella mattinata italiana.Dopo la pole position strappata per soli 13 millesimi in qualifica al compagno-rivale Lewis Hamilton, il tedesco ha lanciato un ulteriore messaggio al campionato, prendendosi il bottino pieno anche in gara e ipotecando il titolo mondiale, dato che da qui alla fine restano solo quattro tappe in calendario.

Altroweekend in chiaroscuro, invece, per la Ferrari, che ha avuto la concreta possibilità di andare a podio, ma ha gettato al vento questa ghiotta chance sbagliando la strategia. Domenica 16/10il Circus si fermerà per dare spazio al GP di Motegi della Motogp; prossimo appuntamento previsto il 23 negli Stati Uniti.

Formula 1, GP Giappone 2016: risultati gara di oggi e classifica mondiale

Come anticipato, Rosberg ha dominato il Gran Premio odierno lasciando solo le briciole agli avversari.

Scattato in pole, il tedesco ha condotto una gara lineare in testa, non sbagliando nulla e chiudendo davanti alla Red Bull di Verstappen, bravo nel contenere gli attacchi di Hamilton negli ultimi giri. Il britannico ha rovinato la sua performance già alla partenza, quando ha perso ben sei posizioni, ritrovandosi 8° pochi metri dopo lo start. Capitolo Ferrari: le due "Rosse" di Vettel e Raikkonen hanno chiuso rispettivamente al 4° e al 5° posto, staccate di oltre 20'' dalla vettura di testa.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ferrari

Di seguito l'ordine di arrivo completo del GP di Suzuka e i distacchi al traguardo:

Per quanto riguarda la classifica piloti, il nono successo stagionale consente a Rosberg di portarsi a +33 su Hamilton (313 vs 280); seguono Ricciardo a 212, Raikkonen a 170, Verstappen-Vettel a 165, Bottas a 81, Perez a 80, Hulkenberg a 54, Massa a 43, Alonso a 42, Sainz a 30, Grosjean a 28, Kvyat a 25, Button a 19, Magnussen a 7.

Chiudono a quota 1 Vandoorne, Wehrlein e Palmer. In classifica costruttori, invece, la Mercedes si laurea matematicamente campione con largo anticipo, grazie ai 593 punti portati a casa. Lotta accesa per il secondo posto tra Red Bull (385) e Ferrari (335), così come tra Force India (134) e Williams (124) per la quarta piazza. A seguire troviamo poi McLaren a 62, Toro Rosso a 47, Haas a 28, Renault a 8, Manor a 1 e Sauber ancora ferma a 0.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto