L’ultimo corridore ad aver annunciato il suo addio al Ciclismo professionistico è Bartosz Huzarski. Il polacco non è stato confermato dalla Bora Hansgrohe ed ha deciso di chiudere la carriera. Il nome di Huzarski va ad allungare ancora la lista dei corridori che lasciano il ciclismo, davvero tanti quest’anno. Si va dai fuoriclasse come Fabian Cancellara alle meteore come Matthew Goss fino a corridori che non sono riusciti a ritagliarsi uno spazio importante nel mondo del ciclismo pro.

Ciclismo, anche Huzarski lascia

Bartosz Huzarski era uno dei veterani del gruppo, con i suoi 36 anni e le 13 stagioni nel ciclismo professionistico. Il polacco si era ritagliato un ruolo da attaccante, da coriaceo fuggitivo, centrando tre vittorie ma soprattutto raggiungendo un’ottima visibilità grazie al suo spirito aggressivo. Huzarski ha pedalato nelle ultime sei stagioni con la squadra che attualmente si chiama Bora, ma nel profondo cambiamento di organico seguito all’ingaggio di Sagan non è più riuscito a trovare posto.

Il polacco non ha trovato altri sbocchi ed ha dovuto appendere la bici al chiodo. Tra gli altri corridori che hanno annunciato il ritiro negli ultimi giorni spicca il nome di Jan Ghyselinck, un belga passato al professionismo con grandi ambizioni in virtù di un successo al Giro delle Fiandre under 23. A 28 anni invece Ghyselinck ha abbandonato l’attività senza aver raggiunto risultati importanti. Hanno chiuso l’attività anche il francese Christophe Laborie e il belga Kevin de Mesmaeker.

Ciclismo, quanti corridori smettono!

Con queste aggiunte la lista dei corridori che lasciano il ciclismo si allunga ancora. Il nome di spicco è quello di Fabian Cancellara, ma sono tanti altri i volti noti che non vedremo più in gruppo. Hanno lasciato anche altri corridori di primo piano come Ryder Hesjedal, Matthew Goss, Pierrick Fedrigo, Dominik Nerz, Jean Christophe Peraud, Franck Schleck, Johnny Hoogerland, Sylwester Szmyd e Oliver Zaugg.

Ed ancora hanno appeso la bici al fatidico chiodo anche Marcel Aregger, Sebastien Chavanel, Jerome Coppel, Yannick Eijssen, Gorik Gardeyn, Alessandro Malaguti, Cristian Meier, Daniele Ratto, Pablo Urtasun, Tiziano Dall’Antonia, Leonardo Duque, Graeme Brown, Murilo Fischer, Xavier Zandio, Marc De Maar, Fabio Chinello, Caleb Fairly. Ci sono poi quelli che hanno già smesso a stagione in corso, come Popovich, Tjallingii, Van Summeren e Sergent. E la lista è destinata a crescere ancora visti i tanti corridori che non hanno una squadra per la prossima stagione.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!