Passa l’outsider nel tappone di montagna dell’Abu Dhabi Tour, terza giornata di gara per la corsa mediorientale. È stata la squadra di casa, la neonata Abu Dhabi Emirates di Beppe Saronni a festeggiare grazie a Rui Costa. Il portoghese ha avuto ragione di Ilnur Zakarin nel finale, dopo che i due avevano approfittato del marcamento tra Quintana e Contador per evadere dal gruppo dei migliori a metà salita. La sfida italiana tra Aru e Nibali è andata al sardo, ma anche il siciliano ha dato delle buone risposte.

Pubblicità

Rui Costa, una grande vittoria

La terza tappa dell’Abu Dhabi Tour prevedeva l’arrivo in salita di Jebel Hafeet, con tanta pianura prima degli ultimi 10 km in costante ascesa. La corsa si è infiammata fin dai primi metri di salita, con la Movistar di Quintana che ha forzato l’andatura. Il colombiano è subito partito all’attacco, ma Contador ha iniziato la sua marcatura stretta inibendo l’azione del rivale. I due hanno finito per annullarsi a vicenda, e pur dimostrando di aver qualcosa in più degli altri, hanno lasciato così la porta aperta agli attacchi, anche perché la Movistar non è riuscita più a dare continuità al suo lavoro.

La corsa è così diventata una divertente sequenza di attacchi e contrattacchi, con Rui Costa e Zakarin che poco prima di metà salita sono riusciti a guadagnare una trentina di secondi ed hanno proseguito di comune accordo. Dietro anche Dumoulin è riuscito a sganciarsi, così come Kruijswijk che però ha dimostrato di non aver ancora un gran passo finendo per rimbalzare.

Nel finale Contador ha liberato al contrattacco Mollema, ed anche un gruppetto con Majka e Aru è riuscito ad avvantaggiarsi. Nibali è salito bene, ma faticando un po’ sui cambi di ritmo e non riuscendo così ad essere protagonista nel finale.

Pubblicità

Rui Costa e Zakarin sono riusciti a difendere il loro vantaggio, e il portoghese ha approfittato del suo spunto e della generosità del russo per andare a segnare una vittoria importantissima per la sua squadra. Dumoulin ha concluso terzo davanti a Mollema, poi il gruppetto con Aru a 46’’ e poco più dietro Quintana e Contador. Una classifica di tappa che è identica a quella generale che domani sarà sigillata dall’ultima tappa, dedicata ai velocisti.

Ordine d'arrivo terza tappa Abu Dhabi Tour

1 Rui Costa (UAE Emirates) 4:34.08

2 Ilnur Zakarin (Katusha)

3 Tom Dumoulin (Sunweb) 0:10

4 Bauke Mollema (Trek Segafredo) 0:28

5 Julian Alaphilippe (QuickStep) 0:46

6 Fabio Aru (Astana)

7 Rafal Majka (Bora Hansgrohe)

8 George Bennett (LottoNL Jumbo)

9 Domenico Pozzovivo(AG2R)

10 Nairo Quintana (Movistar) 0:58.