La competizione più prestigiosa dell’Emisfero Nord è alle porte: sabato 3 febbraio al via il #Sei Nazioni 2018 con il primo dei cinque weekend di gare previsti fino al 17 marzo. L’Italia disputerà due partite in casa, nella giornata inaugurale [VIDEO]e in quella conclusiva rispettivamente contro #inghilterra e Scozia entrambe allo stadio Olimpico di Roma e nel mezzo affronterà tre trasferte in sequenza sui campi di Irlanda, Francia e Galles.

In casa azzurra l’obiettivo è almeno una vittoria per evitare l’ennesimo ‘Cucchiaio di legno’, o comunque di mostrare una squadra in grado di lottare il più possibile contro gli avversari, soprattutto cercando di evitare gli abissi toccati nell’ultima edizione con il 29-0 incassato in Scozia e il 10-63 subito a Roma con l’Irlanda.

Le potenze europee del rugby, e l’Italia

Nel confronto tra le potenze europee del #Rugby l’Italia è la compagine evidentemente meno attrezzata: su 90 partite disputate al Sei Nazioni (nell’arco di diciotto partecipazioni) gli azzurri hanno vinto appena 13 volte; un dato che dice tutto su quanto lavoro ci sia da fare. Mentre il percorso di Conor O'Shea è iniziato comunque da poco e i risultati finora non esaltanti potrebbero essere conseguenziali alla lunga strada da percorrere per vedere una Nazionale finalmente più competitiva contro le big. Nel frattempo i Test Match di novembre [VIDEO]confermando i pregi e i difetti del XV azzurro non hanno chiarito molto se l’Italrugby è pronta a dire la sua o meno al Sei Nazioni. Chissà se non sia proprio ora il momento giusto.

Scozia, Francia e Galles, ma soprattutto i maestri inglesi bicampioni in carica e secondi del ranking mondiale, alle spalle degli All Blacks, e gli irlandesi salati al terzo posto della graduatoria mondiale, al contrario dell’Italia non possono che affrontare il Sei Nazioni se non con l'ambizione di vincerlo; e in tale prospettiva una delle sfide più attese è sicuramente Inghilterra-Irlanda in chiusura di torneo.

Il 6 Nazioni in Tv, tutto in chiaro su DMAX

Tutte le gare del Sei Nazioni 2018 saranno trasmesse in diretta tv e in chiaro su DMAX (canale 52 del digitale terrestre e 28 di TivùSat). Previsti inoltre approfondimenti prima e dopo le partite con la rubrica ‘Rugby Social Club’. Match anche in diretta streaming sulla piattaforma DPLAY. A seguire il calendario completo con tutte le date e gli orari delle partite

Il calendario del 6 Nazioni 2018, date, orari

La prima giornata, come detto al via sabato 3 febbraio, aprirà i giochi con Galles-Scozia (ore 14.15) e Francia-Irlanda (17.45), mentre domenica 4 alle ore 16 si giocherà l’attesa Italia-Inghilterra. La seconda giornata scatterà il 10 febbraio con le sfide Irlanda-Italia (15.15) e Inghilterra-Galles (17.45) e si concluderà domenica 11 con Scozia-Francia (16.00).

Una settimana di pausa prima del terzo turno fissato per venerdì 23 febbraio, quando si disputerà Francia-Italia al Velodrome di Marsiglia con inizio alle ore 21, e per sabato 24 con in programma Irlanda-Galles (15.15) e Scozia-Inghilterra (17.45).

Altro weekend di sosta e si salterà al 10 marzo per la quarta giornata con Irlanda-Scozia (15.15) e Francia-Inghilterra (17.45), mentre domenica 11 l’appuntamento sarà con Galles-Italia alle ore 16.

Sabato 17 marzo la quinta e ultima giornata prenderà il via alle 13.30 dall’Olimpico di Roma con Italia-Scozia e proseguirà con la supersfida del Twickenham, Inghilterra-Irlanda, alle ore 15.45, per concludersi alle 18.00 con Galles-Francia.