Il Giro d'Italia sta per iniziare. Nella giornata di venerdì 4 maggio 2018 si disputerà la 1ª tappa della 101ª edizione della corsa rosa. Gli appassionati di Ciclismo potranno seguire una frazione al di fuori dei confini europei addirittura. La grande partenza sarà in Israele, con 3 tappe in successione prima di approdare sul suolo italiano. Ad inaugurare il Giro d’Italia sarà la cronometro individuale di Gerusalemme. La città israeliana, celebrerà Gino Bartali, insignendolo come cittadino onorario per le note vicende del campione legate al salvataggio di 800 ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale.

Qualche anno fa è stato dichiarato Giusto tra le Nazioni, la massima onorificenza che lo Yad Vashem riconosce, ed ora riceverà la nomina postuma nella cerimonia di mercoledì 2 maggio 2018. Archiviato ciò, si inizierà a far sul serio con la caccia alla prima Maglia Rosa di questa edizione. Di seguito vi riportiamo nel dettaglio la planimetria della 1ª tappa.

Planimetria e altimetria della cronometro di Gerusalemme

La frazione inaugurale del Giro d’Italia sarà la cronometro individuale di Gerusalemme.

I corridori affronteranno una prova contro il tempo, articolata su un tracciato di 9,7 Km. Il profilo altimetrico non sarà pianeggiante, ma avremo un percorso ondulato, caratterizzato da continui cambi di direzione. Il rilevamento intermedio sarà posizionato a Derech Ruppin dopo 5,1 Km. Nella seconda parte si segnala la presenza di un tunnel, posizionato a 7,3 Km. Una volta superato, si andrà verso Shmu’el ha-Nagid Street con la strada in leggera salita, dopodiché si scenderà attraversando Tsarfat Square.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Ciclismo

A 300 metri dal traguardo si tornerà a salire, con punte massime al 9%. Una prova in cui bisognerà spingere a fondo, dove non c’è un momento per tirare il fiato. Il finale impegnativo consentirà agli uomini di classifica di poter fare la differenza.

Il campione uscente Tom Dumoulin potrebbe trovare terreno favorevole a lui. L’olandese è stato campione del mondo a cronometro a Bergen, nonché argento olimpico a Rio de Janeiro. Nell’edizione del 2016 vestì la prima Maglia Rosa vincendo ad Apeldoorn, l’anno scorso fece sua la 10ª tappa denominata Sagrantino Stage da Foligno a Montefalco.

Dopo aver vinto 3 tappe in carriera al Giro d’Italia, punterà ad incrementare il suo bottino. Dovrà fare i conti con Chris Froome, alla sua prima partecipazione. Il corridore del Team Sky ambisce alla doppietta con il Tour de France, riuscita l’ultima volta a Marco Pantani nel 1998. L’inglese ha preso parte al Tour of the Alps per preparare al meglio la corsa rosa ed è apparso già in buona forma, piazzandosi al 4° posto finale in classifica, a 16” dal vincitore Thibaut Pinot. Il francese sarà un altro dei grandi protagonisti al Giro d’Italia, con anche Fabio Aru.

In attesa di scoprire cosa accadrà, ricordiamo che il primo corridore a partire scatterà alle ore 13.50. La diretta tv sarà visibile su Rai Sport e Rai 3, con streaming sul portale di Rai Play. Il giorno dopo si correrà la 2ª tappa Haifa-Tel Aviv.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto