Non è ancora una lista ufficiale e definitiva, ma i corridori italiani presenti al prossimo Tour de France saranno una quindicina. Le attenzioni saranno ovviamente in gran parte concentrate su Vincenzo Nibali. Il capitano del Team Bahrain Merida sarà tra i grandi favoriti per la vittoria finale, anche se il recente Giro del Delfinato non è stato esaltante in quanto a prestazioni.

Pubblicità
Pubblicità

Nibali si sta ora allenando in quota al Passo San Pellegrino e tornerà a correre al Campionato Italiano in programma a Darfo Boario Terme nell’ultimo weekend di giugno. Il fuoriclasse siciliano e il suo staff sono convinti di poter ancora salire di condizione in maniera importante e colmare il gap con gli avversari che al Delfinato è stato evidente.

Tour de France, tanti italiani in appoggio

La formazione del Team Bahrain Merida non è ancora completata ufficialmente, ma dovrebbe essere ormai fatta con la presenza di altre tre corridori italiani al fianco di Nibali.

Vincenzo Nibali in maglia gialla al Tour de France 2014
Vincenzo Nibali in maglia gialla al Tour de France 2014

Il campione siciliano conterà certamente in montagna su due gregari di grande esperienza come Franco Pellizotti e Domenico Pozzovivo.

Contrariamente ad altre squadre che porteranno uno schieramento tutto incentrato sull’uomo di classifica il Team Bahrain ha deciso di dare spazio anche ad un corridore da tappe, che sarà Sonny Colbrelli. Il corridore bresciano è uscito bene dal Giro di Svizzera, dove ha conquistato una tappa, ed andrà a caccia di qualche risultato parziale oltre a fare la sua parte in favore di Nibali quando sarà necessario.

Pubblicità

Questi sono i punti fermi della squadra, mentre alcuni tasselli dovranno ancora essere confermati, così come per le altre squadre.

Molti degli altri corridori italiani presenti al Tour de France saranno chiamati essenzialmente ad un lavoro di gregariato. Sicuro del posto è Damiano Caruso (BMC) che sarà una delle spalle più importanti nelle tappe di montagna per Richie Porte. La stessa posizione sarà ricoperta da Dario Cataldo alla Astana, la squadra kazaka che avrà Jakob Fuglsang come capitano per la classifica generale.

Daniele Bennati (Movistar) guiderà Quintana e compagni fuori dai pericoli nelle prime e pericolose tappe e sui percorsi più veloci, un ruolo oscuro ma fondamentale in cui il corridore aretino è bravissimo. La Groupama FDJ avrà due corridori italiani, Jacopo Guarnieri e Davide Cimolai. Entrambi saranno nel treno di Arnaud Demare. Avrà un ruolo di guida e spalla anche Daniel Oss in casa Bora Hansgrohe. Il trentino sarà uno degli uomini di riferimento per il tre volte Campione del Mondo Peter Sagan.

Pubblicità

L'esordio di Gianni Moscon

Grande attesa c’è poi per Gianni Moscon, il giovane trentino del Team Sky che è pronto a correre il suo primo Tour de France. Moscon aveva impressionato lo scorso anno alla Vuelta Espana al suo debutto in un grande giro, ed anche qui sarà chiamato ad aiutare Froome nella caccia alla maglia gialla.

Un ruolo più libero sarà invece quello che avrà Andrea Pasqualon alla Wanty Groupe Gobert, la squadra belga invitata alla corsa francese.

Pubblicità

Pasqualon è andato molto forte nelle ultime settimane, vincendo anche il Giro del Lussemburgo, e sarà un buon outsider in alcune tappe in cui potrà sfruttare le sue doti di velocità e di resistenza.

Fin qui le certezze, mentre in ballo ci sono poi ancora alcune scelte, soprattutto in casa UAE Emirates e Trek Segafredo, che potrebbero far salire di qualche unità ancora il contingente del Ciclismo italiano al Tour de France, mentre la possibilità di una chiamata di Matteo Trentin nella Mitchelton appare poco probabile.

Leggi tutto