Il Binck Bank Tour vinto da Mohoric e la Classica di Amburgo dominata da Viviani erano le ultime corse del World Tour prima di chiudere i conti per l’assegnazione dei posti ai Mondiali di Ciclismo. Dopo queste gare è stata annunciata la composizione del gruppo per la gara in cui Peter Sagan rimetterà in palio la sua maglia iridata il prossimo 30 settembre ad Innsbruck. La classifica per nazioni del World Tour è stata la discriminante per assegnare i posti, tenendo inoltre presente che da quest’anno anche ai Mondiali è stato diminuito il contingente massimo da nove ad otto corridori, esattamente come è stato fatto nei grandi giri.

Mondiali, Italia in testa al ranking

Le prime dieci nazioni del ranking World Tour hanno diritto a schierare otto corridori nella gara in linea dei professionisti ai Mondiali di Innsbruck. L’Italia è ancora in testa a questa classifica, anche grazie all’ennesimo successo stagionale di Elia Viviani, vittorioso nella Classica di Amburgo di domenica 19 agosto. Il Ct azzurro Davide Cassani potrà quindi schierare otto corridori sul durissimo tracciato austriaco, con Vincenzo Nibali già designato capitano e con altri uomini come Fabio Aru, Damiano Caruso e Domenico Pozzovivo in buona posizione per essere chiamati.

Le altre nazioni che completano la top ten del ranking World Tour e che potranno essere ai Mondiali con otto corridori sono Belgio, Francia, Gran Bretagna, Olanda, Spagna, Colombia, Australia, Danimarca e Slovenia.

Sagan e Kwiatkowski con una squadra ridotta

Non sono rientrate nella top ten del ranking e dovranno dunque andare ai Mondiali con una formazione ridotta numericamente sia la Slovacchia del campione in carica Peter Sagan che la Polonia di uno dei grandi favoriti della prova, Michal Kwiatkowski. In qualità di campione in carica Sagan potrà però essere iscritto d'ufficio oltre alla quota già conquistata dalla sua nazione.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Ciclismo

Stessa cosa per l'eritreo Gebreigzhabier, campione africano, e l'emiratino Mirza, campione asiatico. Questi tre posti sono personali per questi tre corridori e in loro assenza non potranno essere occupati da alcun connazionale. Le nazioni presenti alla gara iridata dei professionisti saranno 50.

Ecco come saranno composte numericamente le squadre.

8 corridori: Italia, Belgio, Francia, Gran Bretagna, Olanda, Spagna, Colombia, Australia, Danimarca e Slovenia.

6 corridori: Germania, Norvegia, Slovacchia, Polonia, Svizzera, Irlanda, Repubblica Ceca, Russia, Austria, Lussemburgo, Portogallo.

4 corridori: Stati Uniti, Sudafrica, Nuova Zelanda, Canada, Kazakistan, Ecuador, Lettonia, Bielorussia, Estonia.

1 corridore: Ucraina, Eritrea, Giappone, Argentina, Algeria, Ruanda, Iran, Romania, Croazia, Costa Rica, Turchia, Cina, Venezuela, Lituania, Svezia, Marocco, Azerbaigian, Grecia, Corea del Sud, Brasile.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto