Per Vincenzo Nibali è ormai vicino il momento di tornare a correre dopo quasi un mese di assenza. L’ultima corsa a cui ha partecipato il capitano del Team Bahrain Merida è stata la Milano Sanremo, conclusa all’ottavo posto. Da quel 23 marzo Nibali si è allenato ancora per qualche giorno a casa per poi trasferirsi due settimane al Teide, il vulcano sull’Isola di Tenerife dove tanti ciclisti passano dei periodi di preparazione per sfruttare l’alta quota e i relativi benefici. Il fuoriclasse siciliano è tornato dall’isola spagnola il 15 aprile e rientrerà in corsa al Tour of The Alps, al via lunedì 22.

Slongo: ‘Siamo molto soddisfatti’

La stagione 2019 di Vincenzo Nibali deve ancora entrare nel vivo. Il campione del Team Bahrein ha pianificato un avvio tranquillo e con poche gare per poi essere pronto all’appuntamento del Giro d’Italia e del Tour de France. Il corridore messinese ha finora messo insieme solo sedici giorni di gare, debuttando all’UAE Tour per poi continuare alla Strade Bianche, alla Tirreno Adriatico e alla Milano Sanremo. I risultati non sono stati straordinari, ma questo era preventivato e non ha sorpreso il campione e il suo gruppo.

Il piazzamento migliore è stato l’ottavo posto alla Milano Sanremo, mentre alla Tirreno Adriatico ha chiuso quindicesimo.

Questo scorcio iniziale della stagione si è concluso con la Classicissima. Nibali si poi spostato dal 1° al 15 aprile al Teide per due settimane di allenamenti in altura, essenziali per essere al top della forma al Giro d’Italia, che quest’anno rappresenta il vero obiettivo della stagione, più delle classiche e del Tour. “Siamo soddisfatti, abbiamo lavorato tanto e bene. Adesso ci apprestiamo a rifinire il lavoro in corsa con assoluta fiducia” ha dichiarato Paolo Slongo, storico preparatore del campione siciliano.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Ciclismo

Ora il Tour of the Alps

Il tecnico del Team Bahrain Merida ha poi snocciolato un po’ di numeri su queste due settimane di lavoro al Teide di Nibali. “48 ore di allenamento, 1337 km percorsi in 11 giorni, 29.280 metri di dislivello e 34.835 kilo calorie bruciate nelle uscite in bici” ha elencato Slongo esprimendo piena soddisfazione per un programma di qualità che dovrebbe portare il suo campione in ottima forma ai prossimi appuntamenti.

Nibali tornerà a correre lunedì 22 aprile con la prima tappa del Tour of the Alps che si concluderà poi venerdì 26.

Il capitano del Team Bahrain avrà poi appena il tempo di spostarsi in Belgio per prendere il via domenica 28 alla Liegi Bastogne Liegi, che sarà anche l’ultima corsa del suo programma prima della partenza del Giro d’Italia. Solitamente Nibali non ha dato il meglio nelle prime uscite dopo un lungo periodo in altura e quindi queste corse potrebbero rappresentare più una rifinitura in vista del Giro che una ricerca del risultato pieno e immediato.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto