Nella giornata di mercoledì 29 maggio 2019 verrà affrontata la 17ª tappa al 102° Giro d’Italia. La frazione di 181 Km porterà i corridori da Commezzadura, in Val di Sole, fino ad Anterselva. La località celebre per il biathlon ospiterà per la prima volta un arrivo della corsa rosa. Dal punto di vista altimetrico, sarà una tappa mossa, che potrebbe favorire una fuga, visto che si arriverà dalla terribile frazione con Gavia e Mortirolo. Tutto, però, dipenderà dagli uomini di classifica.

Pubblicità
Pubblicità

Se questi ultimi vorranno provare qualche attacco nel finale, probabilmente terranno sotto controllo la corsa. Nell’attesa di scoprire cosa accadrà nella 17ª tappa, diamo un’occhiata al percorso.

Planimetria e altimetria della 17ª tappa

La partenza da Commezzadura sarà in discesa fino a raggiungere la Val di Non. Arrivati a Fondo comincerà la salita verso il Passo della Mendola, che non sarà considerata come GPM. Misurerà 8,4 Km, con pendenze medie del 4,5% e punte massime al 15%.

Leggero tratto in discesa dopo il bivio per Ruffrè. Una volta giunti in cima seguirà la discesa verso Bolzano. Si risalirà la Valle dell’Isarco fino a Bressanone, dove avremo il primo traguardo volante. Poco dopo si affronterà l’ascesa verso Elvas (GPM di 4ª categoria). Si tratterà di una salita di 3,4 Km, con pendenze medie del 7,6% e punte massime al 12%.

Il percorso proseguirà verso Vandoies, da cui si imboccherà la salita verso Terento (GPM di 3ª categoria).

Pubblicità

Misurerà 6,6 Km, con pendenze medie del 7,6% e punte massime al 12%. Successiva discesa fino a Brunico, prima di immettersi nella Valle di Anterselva, da cui si comincerà poco a poco a salire. Il tratto più impegnativo sarà quando ci si lascerà alle spalle Anterselva di Mezzo. I 5,5 Km conclusivi proporranno pendenze medie del 6,9%, con tratti più duri fino al 12%. Se non si considerano gli ultimi 1.000 metri, invece, le pendenze medie saranno dell’8,2%.

Una volta entrati nel percorso di fondo dello stadio del biathlon si addolcirà la salita, con addirittura 100 metri di discesa ripida prima di passare sotto il tunnel ed entrare nello stadio vero e proprio. Una volta superato la zona del poligono di tiro, si entrerà nel rettilineo conclusivo, dove verranno assegnati anche i punti per la maglia azzurra, essendo un GPM di 3ª categoria.

Un corridore come Giulio Ciccone potrebbe andare all’attacco fin dall’inizio per provare a conquistare quanti più punti possibili.

Pubblicità

Approfittando del via libera dei big della classifica potrebbe anche puntare al successo di giornata, visto che lui è un abile scalatore. La 17ª tappa del Giro d’Italia verrà trasmessa in diretta tv su Rai Sport e Rai 2. Una volta archiviata, ci attenderà la frazione da Valdaora a Santa Maria di Sala, l’ultima occasione per i velocisti prima di arrivare a Verona.

Leggi tutto