La notizia del ritiro di Rohan Dennis nella giornata di ieri del Tour de France ha fatto parlare molto più della tappa, vinta da Simon Yates nel disinteresse totale degli uomini di classifica. Il corridore australiano si era messo in evidenza nelle fasi iniziali della corsa, ma poi a circa 80 km dall’arrivo si è fermato improvvisamente e ha deciso di non ripartire. La notizia del ritiro ha colto di sorpresa la sua squadra, il Team Bahrain Merida, visto che il corridore non ha mostrato nessun problema fisico e sarebbe stato tra i principali favoriti per l’odierna tappa a cronometro.

Dennis: ‘Deluso di lasciare la gara’

I motivi del ritiro di Rohan Dennis nella tappa di Bagneres de Bigorre non sono ancora stati del tutto chiariti. Il corridore australiano, Campione del Mondo a cronometro, era partito con piglio deciso cercando di entrare nella fuga partita nelle fasi iniziali, ma senza riuscirci. Dennis ha poi pedalato per un po’ in gruppo, fino ad arrivare alla zona del rifornimento fisso, a 80 km dall’arrivo.

Qui si è fermato, rifiutando di parlare con la sua ammiraglia e i suoi tecnici, per poi ritirarsi e salire sulla terza macchina della squadra e raggiungere il traguardo.

In serata Dennis ha rilasciato una dichiarazione sul sito ufficiale del Team Bahrain Merida, difendendo la sua scelta di ritirarsi ma senza fornire una spiegazione precisa e una ricostruzione di quanto accaduto. “Sono molto deluso di lasciare la corsa a questo punto.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ciclismo

Ovviamente la cronometro individuale di domani era un grande obiettivo per me e per la squadra, ma visti i miei attuali sentimenti quella di ritirarsi è stata una scelta giusta. Auguro ai miei compagni di squadra il meglio per il resto della corsa e vorrei ringraziare tutti i fan del Tour de France che hanno tifato per me, a casa e a bordo strada, da Bruxelles. Spero di poter tornare a gareggiare in questa grande corsa nelle prossime stagioni” si è limitato a dichiarare il corridore australiano.

Stangelj: ‘Un ragazzo speciale’

Il Team Bahrain Merida non ha dato nessun’altra informazione sul ritiro di Rohan Dennis, e solo il Ds Gorazd Stangelj ha rilasciato delle dichiarazioni sul caso. Il tecnico sloveno ha chiarito che non ci sono stati guai fisici, ma non ha dato una risposta chiara a chi gli ha chiesto se si è tratto di problema psicologico. “E’ un ragazzo speciale, diciamo così. Tutti i campioni lo sono.

È davvero al 100% quando vuole qualcosa ed è difficile rendere felici tutti i in ogni singolo momento. È un ragazzo che vuole avere tutto al 100% e non è facile avere tutto al 100% in gara” ha dichiarato Stangelj.

La risposta del tecnico della Bahrain Merida avvalora le voci di un possibile litigio avvenuto a proposito dei materiali in dotazione, bici e abbigliamento. La tv francese ha riferito di un’animata discussione avvenuta tra il corridore e la sua ammiraglia poco prima del ritiro, forse per motivi tattici, per il troppo impegno profuso inutilmente alla vigilia della cronometro, o forse per i materiali non graditi a Dennis.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto