Il rematch tra Deontay Wilder e Luis Ortiz per il campionato del mondo dei pesi massimi versione WBC potrebbe essere anticipato di una o due settimane. Il combattimento che, inizialmente, doveva disputarsi questo mese di settembre era stato spostato il 9 novembre, poi nei giorni scorsi è 'misteriosamente' scomparso dalla lista di BoxRec, il database più completo ed attendibile relativo al mondo del pugilato.

Quasi in contemporanea, il portale specializzato World Boxing News ha parlato della possibilità che l'incontro venga anticipato di una o due settimane ed il motivo sarebbe quello di consentire a Wilder una tempistica più comoda per prepararsi ad un altro rematch, quello con Tyson Fury che dovrebbe svolgersi indicativamente in febbraio. Ovviamente le date degli eventi pugilistici a lunga scadenza sono sempre relative, basta una serata storta o un pugno improvviso a cambiare i piani di un'intera stagione.

WBN: 'Wilder-Ortiz non si farà il 9 novembre'

Sempre WBN, lo scorso 21 luglio, aveva reso noto che il match mondiale tra il Bronze Bomber ed il 'King Kong' cubano si sarebbe disputato il 9 novembre, ma lo stesso portale in un articolo pubblicato ieri, 5 settembre, suggerisce adesso una nuova data. Non possiamo parlare di match slittato perché nello specifico, come già anticipato, l'incontro verrebbe anticipato e per Wilder sarebbe molto più comodo salire sul ring il 26 ottobre o, al massimo, il 2 novembre.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Sport Invernali

A tal proposito potrebbe cambiare anche la sede, Las Vegas resta in lizza, ma si parla anche del Barclays Center di Brooklyn dove si disputò il primo match, l'1 marzo dello scorso anno, con il successo di Wilder per k.o dopo essere stato comunque messo in difficoltà da Ortiz. Se, come sembra, Wilder affronterà nuovamente Fury il prossimo febbraio, ha bisogno di almeno una settimana in più (due sarebbero anche meglio, ndr) per presentarsi tirato a lucido contro il 'Gypsy King'.

Evidente che nei prossimi giorni dovrà necessariamente essere ufficializzata una data. Deontay Wilder è salito sul ring l'ultima volta lo scorso 18 maggio, battendo per k.o alla prima ripresa Dominic Breazeale. Luis Ortiz ha combattuto lo scorso marzo, vittoria ai punti con verdetto unanime su Christian Hammer. Il suo nome era stato accostato a quello di Anthony Joshua nel momento in cui era saltato il match mondiale con Jarrell Miller, poi sostituito da Andy Ruiz con le conseguenze che ben cononosciamo.

Nella circostanza, secondo le dichiarazioni del team di Ortiz, l'offerta di Eddie Hearn era stata considerata 'al ribasso' e, dunque, rispedita al mittente. A pochi giorni di distanza dalla vittoria di Wilder su Breazeale, lo stesso campione WBC aveva annunciato su Twitter di aver raggiunto un accordo per affrontare nuovamente il 40enne cubano.

Bob Arum conferma 'Wilder vs Fury II' per febbraio

Nel frattempo le ultime dichiarazioni di Deontay Wilder, in merito al possibile match di riunificazione contro il vincitore del rematch tra Andy Ruiz ed Anthony Joshua che potrebbe scavalcare il secondo combattimento con Fury, sono state smentite dal co-manager del britannico, Bob Arum.

Il noto promoter ha evidenziato che esiste già un accordo per febbraio del prossimo anno (la data dovrebbe essere quella del 22) e che non ci saranno altri combattimenti prima di quella data. Tyson Fury nel frattempo si appresta a tornare sul ring alla T-Mobile Arena di Las Vegas il prossimo 14 settembre, l'avversario è l'imbattuto pugile svedese Otto Wallin. Nel corso della stessa serata combatterà anche il nostro Guido Vianello, il massimo italiano disputerà il suo quinto incontro da professionista, dopo aver vinto per k.o i precedenti quattro, contro lo statunitense Cassius Anderson.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto