Lo scontro tra Titani inizia il 20 settembre in Giappone, i colossi del rugby mondiale si sfidano per il massimo alloro, la Coppa del Mondo. Parte la caccia alla Nuova Zelanda, naturale favorita quando è presente in qualunque torneo che preveda la palla ovale che, oltretutto, ha vinto le ultime due edizioni della Coppa del Mondo portando a tre il bottino complessivo, record assoluto. I neozelandesi dovranno però guardarsi da Irlanda, Inghilterra, Galles e Sudafrica che partono tutte con ambizioni importanti.

Al via anche l'Italia il cui obiettivo, mai centrato in 32 anni di storia della Coppa del Mondo, è quello di raggiungere i quarti di finale. Traguardo che anche in questa edizione sembra proibitivo visto che gli azzurri sono inseriti in un girone di ferro con due superpotenze come i citati All Blacks ed il Sudafrica, entrambe come abbiamo già anticipato nel ristretto lotto delle favorite al titolo mondiale.

Gironi e formula

Alla fase finale di Coppa del Mondo sono presenti 20 nazionali suddivise in quattro gironi da cinque squadre ciascuno. Nella Pool A ci sono Irlanda, Scozia, Giappone, Russia e Samoa, la Pool B comprende Nuova Zelanda, Sudafrica, Italia, Namibia e Canada, la Pool C con Inghilterra, Francia, Argentina, Stati Uniti e Tonga e la Pool D con Australia, Galles, Georgia, Figi ed Uruguay. Accedono ai quarti di finale che si disputeranno tra il 18 ed il 20 ottobre le prime due classificate di ciascun girone mentre le semifinali sono in programma il 27 e 28 ottobre e la finalissima il 2 novembre a Yokohama.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Sport Invernali

Il calendario degli azzurri nella prima fase

L'Italia esordirà il 22 settembre contro la Namibia ad Higashiosaka (7.15 ora italiana), mentre il secondo match si disputerà il 26 a Fukoka contro il Canada (ore 9.45). L'asticella sale terribilmente il 4 ottobre con la sfida agli Springboks, Sudafrica-Italia si disputerà a Fukuroi alle ore 11.45. Il 12 ottobre ci attendono gli All Blacks, la Nuova Zelanda che non abbiamo mai battuto nella storia del rugby e che ci affronterà a Toyota quando in Italia saranno le 6.45.

Tutte le gare della nazionale guidata da Conor O'Shea saranno trasmesse in diretta su Rai Due, Rai Sport trasmetterà inoltre altre 17 gare del torneo considerate più interessanti, certamente tutta la fase ad eliminazione diretta a partire dai quarti di finale.

L'albo d'oro della Coppa del Mondo

La prima edizione della Coppa del Mondo si disputò in Nuova Zelanda nel 1987 ed a vincere fu la nazionale locale battendo in finale la Francia 29-9.

La seconda edizione in Inghilterra nel 1991 venne vinta dall'Australia che superò nella finalissima di Twickenham i padroni di casa con lo score di 12-6. Celebre l'edizione del 1995 immortalata anche dal bellissimo film 'Invictus' in cui il Sudafrica che organizzava la kermesse superò in finale la Nuova Zelanda per 15-12 in uno dei match più palpitanti dell'intera storia del rugby. Nel 1999 il bis dell'Australia in Galles, finalista sconfitta dai Wallabies fu la Francia con il punteggio di 35-12.

Nel 2003 la prima e finora unica vittoria di una formazione europea, l'Inghilterra vinse la Coppa del Mondo in Australia battendo 20-17 il XV di casa. Nel 2007 il secondo successo del Sudafrica in Francia, finale contro l'Inghilterra vinta 15-6 dagli Springboks mentre nel 2011 e nel 2015 abbiamo assistito a due successi di fila della Nuova Zelanda: nella prima circostanza in casa, finalissima contro la Francia come nel 1987 vinta 8-7 dagli All Blacks. Quattro anni fa la fortissima nazionale oceanica calò il tris iridato superando in finale l'Australia per 34-17, la kermesse ebbe luogo in Inghilterra. L'edizione che prenderà il via il 20 settembre sarà la prima a disputarsi in Asia.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto