Deontay Wilder vs Tyson Fury, parte seconda. Il rematch si farà, lo aveva già confermato lo stesso Wilder subito dopo aver messo k.o Luis Ortiz a Las Vegas. Gli fa eco il suo manager, Shelly Finkel, ed anche il co-manager di Fury, Bob Arum. Entrambi hanno confermato ad ESPN la data del 22 febbraio come 'ideale' per lo svolgimento dei combattimento più atteso che già da adesso si candida a diventare come il grande evento pugilistico del prossimo anno.

Annuncio ufficiale prima di Natale

L'accordo per il rematch in febbraio sarebbe stato firmato ormai da mesi, ma ovviamente nella Boxe non si può programmare nulla dinanzi a combattimenti che devono ancora aver luogo.

Tale era quello di Wilder contro Ortiz che, una volta chiuso con la vittoria per k.o e la conferma del titolo da parte del campione del mondo dei pesi massimi versione WBC in carica, permette dunque di guardare più lontano. Lo sguardo vola fino al 22 febbraio e, a meno di colpi di scena, sarà il giorno della resa dei conti dopo il match senza vincitori nè vinti che si disputò allo Staples Center di Los Angeles l'1 dicembre dell'anno scorso. Riguardo ai diritti tv, Bob Arum ha reso noto che l'incontro sarà un pay-per-view congiunto tra ESPN che ha un accordo esclusivo con la sua Top Rank e Fox che detiene i diritti per i match di Wilder organizzati dalla Premier Boxing Champions.

"Lo annunceremo ufficialmente prima di Natale, ma il combattimento si disputerà il 22 febbraio, potete dormire tranquilli su questo", ha detto il noto promoter ai cronisti di ESPN. Arum ha inoltre reso noto che la prossima settimana incontrerà i vertici della PBC, dunque Shelly Finkel ed Al Haymon per occuparsi di tutto, compreso nero su bianco. Alle parole di Arum ha fatto eco anche Finkel. "C'è ancora qualche problema sulla sede, non l'abbiamo ancora decisa, ma non mi preoccupa. La data è il 22 febbraio 2020 e ci incontreremo per parlare di questo decidendo il giorno dell'annuncio ufficiale e la conferenza stampa".

La sede probabile è Las Vegas

Bob Arum ha confermato a sua volta le parole del collega relative alla sede del match che è ancora da decidere, anche se lo storico presidente della Top Rank ha le idee molto chiare in proposito. Lui predilige l'MGM Grand di Las Vegas dove si è disputato il match tra Wilder ed Ortiz, così come il combattimento tra Tyson Fury e Tom Schwarz dello scorso 15 giugno. "Non ho dubbi che la MGM farà di tutto per avere un grande combattimento e questo è il più grande combattimento che si possa avere.

Non c'è ancora alcun accordo, Shelly (Finkel, ndr) ha ragione su questo, ma a parità di condizioni noi scegliamo sicuramente l'MGM". Arum si è soffermato ancora sulla data considerandola "ideale per le attività promozionali e di marketing che faranno le emittenti ESPN e Fox.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto