La dirompente vittoria sull’Alto de Foià e il terzo posto un po’ più sofferto nell’arrivo in salita di Malhao hanno proiettato sotto i riflettori Remco Evenepoel anche durante la Volta Algarve. Il fenomeno nascente del Ciclismo ha dato una grande dimostrazione di forza nella corsa portoghese conquistando una tappa e la maglia di leader della classifica generale, ma soprattutto applausi e ammirazione da parte del pubblico e degli addetti ai lavori.

Se Vincenzo Nibali ha già parlato di lui come di uno degli avversari più pericolosi in vista del Giro d’Italia, il team manager della Deceuninck Quickstep, Patrick Lefevere, ha spaventato ancora di più il gruppo dichiarando candidamente che il suo campioncino sta dominando il campo senza essere ancora in forma.

Lefevere: ‘Vuole perdere ancora due chili’

Sull’Alto de Foià, nella seconda tappa della Volta Algarve, Remco Evenepoel ha strabiliato ancora il mondo del ciclismo con un’altra prestazione da campione verso nonostante i vent’anni da poco compiuti. Il corridore della Deceuninck ha piazzato uno scatto poderoso ai cinquecento metri dall’arrivo togliendosi di ruota tutti gli avversari e resistendo alla rincorsa di Schachmann. Evenepoel ha così conquistato la maglia di leader, che ha poi difeso nelle due successive tappe, ma a far salire ancora di più il tono e l’eco delle sue prestazioni ci ha pensato il suo team manager Patrick Lefevere.

L’esperto dirigente belga ha parlato di un Evenepoel ancora lontano dalla forma migliore, eppure già in grado di staccare grandi campioni come Nibali, Thomas e Kwiatkowski. “Remco non è ancora in ottima forma, siamo solo a febbraio e non deve essere troppo avanti adesso, perché altrimenti sarebbe in calo al via del Giro d’Italia. Deve essere davvero in forma all’inizio del Giro da Budapest” ha dichiarato Lefevere, che ha parlato anche di un ulteriore calo di peso di Evenepoel.

“Sarà facile perdere ancora un paio di chili, lo vuole lui stesso”, ha aggiunto il manager della Deceuninck Quickstep.

Ciclismo, Evenepoel: ‘Giornata non facile’

La quarta tappa della Volta Algarve, con arrivo in salita ad Alto de Malhao, ha fatto scoprire una versione più umana ed attaccabile, ma pur sempre molto efficace del fenomeno Evenepoel. Il corridore belga stavolta ha dovuto giocare in difesa sull’attacco potente di Miguel Angel Lopez, che è andato a vincere la tappa.

“Non è stata una giornata facile”, ha dichiarato il corridore della Deceuninck al termine della frazione, conclusa al terzo posto con 4’’ di distacco dal vincitore, ma ancora con la maglia di leader sulle spalle. L’approccio alla salita finale è stato molto nervoso, ma l’obiettivo era chiaro, tenere d’occhio i miei rivali per la classifica generale e conservare la maglia gialla. Ho perso qualche secondo su Lopez, ma questo mi dà ancora più motivazioni per la cronometro”, ha aggiunto il campione europeo della specialità.

Segui la nostra pagina Facebook!