Lo avevamo lasciato nella lunga notte di Las Vegas come non lo avevamo mai visto, frastornato ed incredulo con il volto duramente segnato dai tanti colpi subiti. Lo abbiamo visto andare più volte knock down e quando il combattimento è stato interrotto dopo 7 round, le braccia al cielo di Tyson Fury hanno fatto da contraltare alla sua palese delusione. Normale in un match di Boxe quando un pugile viene sconfitto, ma vedere al tappeto Deontay Wilder è un qualcosa al quale i suoi tifosi non erano preparati e, in realtà, nemmeno gli addetti ai lavori che avevano pronosticato una vittoria di Fury nel mondiale WBC dei pesi massimi, ma puntando sulla sua capacità di far valere le maggiori doti tecniche e la sua grande astuzia.

Invece il britannico ha fatto il guerriero, non si è accontentato di surclassare il campione del mondo sotto il profilo della tecnica e della tattica, ma lo ha demolito. Wilder si è chiuso nel silenzio, affidando le parole al suo staff: un terzo match tra i due è più che probabile e, stando alle indiscrezioni, l'entourage del Bronze Bomber sarebbe già al lavoro con quello del nuovo campione per organizzarlo. Ieri finalmente Deontay ha dato notizie di sé, si è mostrato ai suoi followers su Instagram.

Il volto è più disteso ed i segni della battaglia sono in fase di guarigione, il suo spirito sembra quello di sempre così come le sue intenzioni bellicose. Dalle sue parole traspare l'intenzione di combattere ancora contro Tyson Fury.

Il messaggio di Wilder ai suoi fan

Wilder indossa una felpa scura con tanto di cappuccio che reca l'immagine di Muhammad Alì con la bandiera americana sullo sfondo, l'occhio sinistro non è più gonfio come alla fine del combattimento di Las Vegas.

La sua voce è ferma. "A tutti i miei fans, a tutti coloro che mi amano nel mondo, voglio solo sappiate che io sono qui, il vostro re è qui e non andremo da nessuna parte perché la guerra è appena iniziata. Io mi rialzerò nuovamente, sono forte, sono il re, non possono prendere il mio trono. Sono un guerriero, sono un re che non molla mai, sono il re che combatte fino alla morte e se non lo capisci vuol dire che non sai cosa significa andare in guerra, non sai cosa significa combattere.

Ci rialzeremo, io ritornerò".

Fury vs Wilder III potrebbe disputarsi a luglio

Il terzo match tra Tyson Fury e Deontay Wilder potrebbe in effetti disputarsi la prossima estate. Un'ipotesi più che fattibile nel momento in cui Wilder esercita la clausola di rematch, ha trenta giorni di tempo per avvalersi di questa possibilità e sembra del tutto intenzionato a farlo.

Quando si disputerebbe il combattimento? Probabilmente a luglio, stando a quanto dichiarato dai promoter di Tyson Fury, sia Bob Arum che Frank Warren hanno confermato questa possibilità ed entrambi hanno inoltre definito ancora Las Vegas come sede più probabile, nonostante l'ipotesi che Fury potesse scegliere di "giocare in casa" nel Regno Unito.

Segui la nostra pagina Facebook!