Peter Sagan è un campione di Ciclismo amato per la propria simpatia, semplicità, per il rapporto speciale con i propri sostenitori e per la tante imprese sportive degne di nota. Il tre volte campione del mondo slovacco si è ritrovato inconsapevolmente al centro di una vera e propria bufera mediatica che vedeva il suo nome circolare su articoli on line, in merito a un investimento in uno schema di profitto grazie a una guida 'rich-quick' (diventa ricco in modo veloce) basato sulle criptovalute.

Peter Sagan smentisce ogni coinvolgimento in una truffa con una guida in cripto-trading

Come spesso capita molti personaggi famosi del mondo dello spettacolo e dello sport prestano il proprio nome per campagne pubblicitarie per la promozione di beni o servizi. Negli ultimi giorni sono circolati on line alcuni articoli dove si leggeva quanto il campione slovacco Peter Sagan fosse entusiasta e soddisfatto dell'investimento in uno schema di profitto legato alle criptovalute grazie a una guida che rivelava trucchi per diventare ricchi in breve tempo.

Non era la criptovaluta in sé che veniva sponsorizzata quanto questa guida, che utilizzava il nome di Peter Sagan per creare consenso.

Utilizzando la grande notorietà del campione slovacco, soprattutto in patria dove è un vero e proprio fenomeno della comunicazione, la guida affermava che Sagan avrebbe investito 1,5 milioni di euro in un programma di cripto trading, grazie ai loro consigli.

Sagan smentisce la sponsorizzazione a programmi di cripto trading

Il ciclista in forze alla Bora-hansgrohe non ha perso tempo e si è subito prodigato a smentire la cosa attraverso i propri canali social. Nell'articolo incriminato si potevano leggere commenti entusiasti dello stesso Sagan, poi smascherati: "Stiamo attraversando periodi di congiuntura difficile e questa è la soluzione che la gente stava aspettando".E ancora: "Non abbiamo mai avuto un'opportunità così straordinaria nella storia che la gente comune potesse semplicemente approfittare dell'opportunità di guadagnare enormi ricchezze in così poco tempo".

Peter Sagan replica duramente e smentisce ogni suo coinvolgimento

Lapalissiano il commento del tre volte campione del mondo commentando uno di questi articoli che lo vedevano protagonista dell'investimento: "Nego categoricamente di avere avuto qualsiasi coinvolgimento, in qualsiasi forma, in ciò che è menzionato in questo articolo ", ha detto Sagan tramite i social media.

Non lasciando nulla al caso e rincarando la dose ha continuato: "Non sono mai stato in contatto con nessuna delle persone o società menzionate e qualsiasi affermazione contraria è falsa". I responsabili della diffamazione non sono ancora stati individuati e non è ancora dato sapere se Sagan chiederà un risarcimento.

Segui la nostra pagina Facebook!