La proposta era partita da Novak Djokovic e aveva incassato subito il favore di Rafa Nadal e Roger Federer. Il numero uno della classifica Atp, alla luce dell'attuale stop forzato del Tennis, aveva pensato all'istituzione di un 'Fondo di solidarietà per tennisti in difficoltà', per dare un concreto aiuto ai quei giocatori che non hanno solitamente i guadagni dei top player e per loro disputare i tornei è di estrema importanza. "Molti stanno pensando di lasciare il tennis", aveva sottolineato Djokovic evidenziando che si devono aiutare coloro che in fin dei conti sono alla base della disciplina.

L'idea di Nole era indirizzata nei confronti di quei tennisti che sono compresa tra la 250° e la 700° posizione del ranking. Ma come ogni proposta, anche quelle animate da buone intenzioni, ci sono i pareri contrari e quello di Dominic Thiem era stato piuttosto netto: dal suo punto di vista ci sono tennisti che, in realtà, non meritano questo contributo perché non si comportano da professionisti. Opinione piuttosto dura sulla quale Nick Kyrgios ha espresso parecchia contrarietà.

Thiem: 'Preferisco fare donazioni a chi ne ha davvero bisogno'

Intervistato dal noto quotidiano austriaco 'Kronen Zeitung', Thiem aveva bocciato in toto l'iniziativa di Djokovic. "Ho giocato due anni nel circuito Future e in tanti non danno tutto per il tennis o hanno atteggiamenti poco professionali e, dunque, non vedo perché dovrei regalare soldi a costoro.

Preferisco fare donazioni a chi ne ha davvero bisogno". Dal punto di vista di Dominic Thiem, tra i tennisti anche con il ranking più basso "non c'è nessuno che lotta per sopravvivere o muore di fame" e riguardo a se stesso e agli altri giocatori di vertice "non abbiamo mai ricevuto un dono e quello che abbiamo è stato sudato, perché non esiste un lavoro che ti garantisce che un giorno arriverai a guadagnare tanti soldi".

Thiem ha spiegato in seguito che da parte sua è disponibile a fare donazioni anche a giocatori, ma deve essere una sua scelta arbitraria senza nessuna imposizione.

Kyrgios: 'Dovrebbe mettersi nei loro panni'

Le dichiarazioni di Thiem sono state contestate, anche se alcuni si sono detti d'accordo o, quanto meno, di comprendere il suo punto di vista.

Tra coloro che non lo hanno compreso c'è Nick Kyrgios che, attraverso un post pubblicato su Instagram, ha 'bacchettato' il collega. "Non ha capito la questione. I migliori tennisti vengono pagati troppo - sottolinea l'australiano - e non rimangono abbastanza soldi per tutti. Ma qui si tratta di aiutare dove si può, a livello professionale e amatoriale. Mettiti nei loro panni", è la frase conclusiva del post rivolta ovviamente a Thiem che è stato taggato dal tennista di Canberra.

Segui la pagina Tennis
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!