La settantasettesima edizione del Giro di Polonia, breve corsa a tappe del circuito World Tour, prenderà il via mercoledì 5 agosto dallo Stadio della Slesia di Chorzów per terminare domenica 9 a Cracovia. Sono 891.3 i chilometri complessivi del percorso suddivisi in cinque tappe ben articolate: due adatte alle ruote veloci, altrettante agli scalatori e una dedicata ai finisseur. Tutte le tappe saranno visibili quotidianamente in diretta sui canali Eurosport.

Il Tour de Pologne 2020 prevede anche le celebrazioni ufficiali per il centenario della nascita di Papa Giovanni Paolo II. La terza tappa della corsa polacca partirà da Wadowice, città natale di Karol Wojtyła.

Giro di Polonia, dove vederlo e orari

Il Giro di Polonia 2020 verrà trasmesso in diretta tv su Eurosport 2, tutti i giorni con i seguenti orari televisivi: prima tappa (Stadion Slaski-Katowice, 195.80 km) mercoledì 5 agosto dalle ore 17:15; seconda (Opole-Zabrze, 151.50 km) giovedì 6 alle 19 ; terza tappa (Bielsko-Biala, 203.10 km) venerdì 7 dalle 15:30; quarta Bukovina Resort-Bukowina Tatrzanska, 152.90 km) sabato 8 alle 19; la quinta e ultima tappa (Zakopane-Cracovia, 188 km) domenica 9 agosto alle ore 18.

Come si evince dagli orari elencati, le ultime due frazioni andranno In leggera differita a causa della concomitanza con altri eventi, compresa la Milano-Sanremo di sabato 8 agosto. La corsa polacca sarà inoltre disponibile in diretta streaming attraverso Eurosport Player e Dazn.

Percorso

Negli ultimi anni le tappe che costituiscono il Tour de Pologne sono sempre state sette, ridotte a cinque in questa stagione quanto mai anomala per permettere la ricollocazione della corsa nel compresso calendario ciclistico post covid-19. Tracciato ovviamente rivisto rispetto al solito. Partenza dallo stadio Slaski di Chorzów per una prima frazione pianeggiante che terminerà a Katowice con un circuito finale di tre giri (circa 16 km ognuno).

Anche se più ondulato con arrivo in falsopiano a salire in quel di Zabrze., anche la seconda tappa dovrebbe risolversi con una lotta tra gli spinter.

Con la terza tappa entreranno in scena i Carpazi Occidentali e all’azione saranno chiamati gli scalatori: finale in salita a Bielsko-Biala in cima ai Monti Beschidi.

Breve ma ancora più impegnativa della precedente la frazione successiva che prevede tre giri di 48 km ciascuno nella cittadina termale di Bukowina: da valle alla stazione sciistica con un logorante finale in salita che dovrebbe decidere la classifica. L’ultima tappa sarà invece caratterizzata da diversi strappi nella parte iniziale per poi proseguire prevalentemente pianeggiante fino al traguardo conclusivo di Cracovia.

Parterre di livello alla corsa polacca

Nato nel 1928, il Giro di Polonia è diventato un appuntamento stabile del calendario ciclistico dal 1952. Quasi sempre vinto da corridori di casa, un terzetto di essi detiene il record di successi (3), si tratta di Marian Wieckowski, Andrzej Mierzejewski e Dariusz Baranowski.

Quattro sono invece le affermazioni italiane, con Francesco Locatelli (1949), Maurizio Fondriest (2009), Alessandro Ballan (2012) e Moreno Moser. Detentore il russo Pavel Sivakov.

E’ atteso un cast di un certo livello all’edizione di quest’anno, con nomi di spicco come Remco Evenepoel, Fabio Jakobsen (Deceuninck-Quick Step), Richard Carapaz, Sebastian Henao (Ineos), Jakob Fuglsang, Ion Izagirre (Astana), Pascal Ackermann, Rafal Majka (Bora-Hansgrohe), Sep Vanmarcke (EF), Tim Wellens (Lotto Soudal), Simon Yates (Mitchelton-Scott) e il nostro Diego Ulissi (UAE) terzo nell'ultima edizione.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!