"Classica di Primavera" per definizione e con un percorso rimasto pressoché invariato sin dalla prima edizione del 1907, compresa in parte anche la gara del 1946, la prima dopo la guerra su strade ancora malmesse e poco praticabili, la Milano-Sanremo numero 111 della storia si trasforma invece in "Classica di piena estate" e si correrà su un tracciato questa volta inedito. L’appuntamento con la Milano-Sanremo 2020 è fissato per sabato 8 agosto e la gara sarà visibile in chiaro, per tutti, sulla Rai.

Organizzata da RCS Sport, la Classicissima di quest’anno non passerà per il savonese: i sindaci del suddetto territorio hanno detto no al transito della corsa per il problema della viabilità associato a quello dell’emergenza sanitaria.

E così, dei 299 chilometri complessivi del ridisegnato e stravolto percorso, soltanto gli ultimi 40 saranno uguali al tracciato originale: da Imperia a Sanremo, pertanto compresa anche la famosa combo Cipressa-Poggio nel finale.

Dove vedere la Milano-Sanremo

La partenza è fissata per le ore 11:35 da Corsico, nell’area metropolitana di Milano, mentre l’arrivo è previsto intorno alle 18:30 come da tradizione in Via Roma a Sanremo. Sabato 8 agosto, la Milano-Sanremo 2020 sarà trasmessa in diretta tv su Rai 2 dalle ore 15:30. La corsa sarà inoltre disponibile in streaming su RaiPlay e anche visibile in diretta su Eurosport (streaming Eurosport Player e Dazn).

A causa degli sconvolgimenti causati dalla pandemia di Covid-19, la Classicissima di quest’anno sarà pertanto un’edizione a suo modo speciale, ma senza per questo nulla togliere al fascino di quella che resta una delle classiche più importanti del grande Ciclismo mondiale.

Nuovo percorso

Una volta lasciata la partenza di Corsico, il percorso di gara volgerà in direzione del Vigevanese per poi entrare in Piemonte attraversando il Monferrato e le Langhe, dove presenterà le prime difficoltà altimetriche di giornata: la salita di Niella Belbo, lunga quasi 20 km ma alla pendenza media non certo proibitiva del 3%, seguita da Colle Nava (3 km al 3.9%).

Dopo di che la carovana scenderà in picchiata verso Imperia, dove la Milano-Sanremo riprenderà il tracciato tradizionale.

E dunque con la salita della Cipressa, 5.5 km al 4%., e poi il Poggio, salita di 3.7 chilometri alla media del 3.7% e picchi all'8%. Una volta in cima al Poggio mancheranno 10 km al traguardo di Via Roma a Sanremo, con gli ultimi 2000 metri lisci come un biliardo e dunque ideali per qualsiasi velocista che sia ancora nel gruppo dei primi.

Big al via e favoriti

Sono tante le stesse attese alla Classicissima di sabato, compreso il podio intero dello scorso anno: Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick-Step) davanti a Oliver Naesen (AG2R) e Michal Kwiatkowski (Ineos). Senza dimenticare i vari Alexey Lutsenko, Davide Martinelli (Astana), Sonny Colbrelli (Bahrain-McLaren), Elia Viviani (Cofidis), Greg Van Avermaet, Matteo Trentin (CCC), Bob Jungels, Yves Lampaert, Zdenek Stybar, Davide Ballerini (Deceuninck), Alberto Bettiol (EF), Caleb Ewan, Philippe Gilbert (Lotto Soudal), Alejandro Valverde (Movistar), Giacomo Nizzolo (NTT), Tadej Pogacar (UAE) e Giulio Ciccone (Trek).

È in dubbio invece Vincenzo Nibali (Trek), reduce dalla caduta che lo ha coinvolto sabato alle Strade Bianche.

Al netto di sorprese sempre possibili, tra i nomi sopraelencati potrebbe sicuramente esserci quello del possibili vincitore, anche se come principali favoriti per la Milano-Sanremo 2020 spiccano forse l’esordiente Mathieu van der Poel (Alpeci-Fenix), il solito Peter Sagan (Bora) e l’esperto Michael Matthews (Sunweb).

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!