Sarà un arrivo al fotofinish quello del Giro d’Italia 2020. Dopo 3.500 chilometri percorsi in queste tre settimane di gara Jai Hindley e Tao Geoghegan Hart arrivano all’ultima tappa di domani 25 ottobre in testa alla classifica e con lo stesso tempo. Sarà quindi la cronometro di Milano a decidere chi tra i due sorprendenti protagonisti delle tappe di montagna di questo Giro si porterà a casa la maglia rosa finale.

La tappa del Sestriere si è risolta con una sfida diretta tra l’australiano della Sunweb e il britannico della Ineos, dopo che uno splendido Rohan Dennis aveva tolto di mezzo tutti gli altri, compresa la maglia rosa Kelderman, già nella seconda delle tre scalate alla montagna piemontese.

In volata è stato Geoghegan Hart ad avere la meglio e grazie al gioco degli abbuoni e dei piazzamenti la maglia rosa è finita sulle spalle di Hindley, ma con lo stesso tempo del rivale.

Giro, Kelderman dice addio alla maglia rosa

La ventesima e penultima tappa del Giro d’Italia, rivisitata nel percorso con l’inserimento della tripla scalata al Sestriere al posto dello sconfinamento in Francia, doveva dirimere la questione tra i tre corridori ancora in lizza per la vittoria finale. La maglia rosa Kelderman è partito con 12’’ sul compagno di squadra Hindley e 15’’ su Geoghegan Hart.

La corsa è partita con un ritmo molto alto e con diversi attacchi che hanno portato al formarsi di una fuga di ventuno corridori, con anche Davide Ballerini, Davide Villella, Brandon McNulty, Nicola Conci, Einer Augusto Rubio e Jan Tratnik, oltre a diversi velocisti che hanno anticipato i tempi per evitare rischi con il tempo massimo.

Nella prima scalata al Sestriere, quella dal più facile versante di Pragelato, la Ineos ha preso la testa del gruppo iniziando il lavoro ai fianchi e preparare l’assalto alla maglia rosa di Kelderman, apparso in grande difficoltà sulle salite dei giorni scorsi. In testa alla corsa la fuga si è sparpagliata alternando al comando prima Ballerini e poi Rubio.

Ma la svolta della corsa è stata nella seconda scalata al Sestriere, dal più difficile versante di Cesana, quando la Ineos ha alzato i giri prima con Ganna e poi con Rohan Dennis. L’australiano ha imposto un ritmo impressionante provocando una selezione nettissima di cui hanno fatto le spese anche Fuglsang, Nibali e Almeida. Kelderman ha cercato di resistere, ma sull’incalzare del passo di Dennis ha ceduto ed ha dovuto dire addio alla sua maglia rosa.

Pari tempo tra Geoghegan Hart e Hindley

Dennis è andato a riprendere e superare tutti i fuggitivi con a ruota i soli Geoghegan Hart, che in un tratto ha faticato a tenere il passo del compagno, e Hindley. Kelderman si è rifugiato in un gruppetto con anche Nibali, Bilbao e Almeida, trovando la fortuna di una buona collaborazione da parte della Deceuninck, presente in forze.

L’olandese non è però riuscito a mettere sulla strada quel qualcosa in più necessario a riaprire la sua corsa, precipitando a più di un minuto e mezzo di distacco.

Nell’ultima scalata al Sestriere Rohan Dennis ha continuato il suo spettacolare lavoro fino alla sfida diretta negli ultimi tre chilometri tra Hindley e Geoghegan Hart. L’australiano ha provato l’attacco a più riprese, ma il britannico ha sempre risposto presente e la tappa si è così giocata in volata. Geoghegan Hart ha fatto valere il suo maggior spunto conquistando il successo e un prezioso abbuono.

Nel gruppo inseguitore Joao Almeida ha rimontato bene nel finale dopo un valido lavoro dei compagni, chiudendo a 1’01’’, mentre Kelderman ha finito la sua anonima tappa a 1’35’’, poco prima di Nibali.

La classifica generale del Giro d’Italia alla vigilia dell’ultima tappa vede Jai Hindley in maglia rosa, ma con lo stesso tempo di Tao Geoghegan Hart.

Tutto si deciderà quindi nella conclusiva cronometro di domani a Milano, in cui il britannico sembra leggermente favorito. Kelderman è al terzo posto, ormai sicuro del podio finale, con Bilbao che domani dovrà difendere il quarto da un incalzante Almeida.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!