Il mercato delle squadre di Ciclismo World Tour va ormai verso il completamento. Anche la Bora hansgrohe ha definito quasi tutti i movimenti in vista del 2021, con diverse novità interessanti. La squadra diretta da Ralph Denk ruoterà sempre attorno a Peter Sagan, al suo quinto e ultimo anno di contratto, ma anche ai campioni della nuova generazione del ciclismo tedesco come Pascal Ackermann, Maximilian Schachmann e Lennard Kamna. Cambieranno però alcuni dei corridori che sono solitamente impegnati al fianco di Sagan nelle grandi classiche, con l’innesto di Nils Politt al posto di Drucker e Gatto, così come una delle punte per i grandi giri, settore in cui Wilco Kelderman prenderà il ruolo che è stato finora di Rafal Majka.

Ciclismo, Majka con Pogacar

Con un tweet sul suo account ufficiale la Bora hansgrohe ha ufficializzato la partenza di sei corridori che hanno fatto parte della squadra 2020. Quello di Rafal Majka è il nome più importante tra quelli che fanno parte di questa lista. Il corridore polacco ha corso per quattro stagioni alla Bora confermandosi un ottimo piazzato nei grandi giri con due sesti posti ottenuti al Giro e alla Vuelta, gara in cui ha firmato anche un successo di tappa.

Majka ha accettato l’offerta che gli è arrivata dalla UAE Emirates dove ricoprirà il ruolo di corridore d’appoggio per il vincitore del Tour de France Tadej Pogacar, una posizione in cui lo scalatore polacco potrà far valere la sua consistenza e la grande esperienza maturata in un decennio di professionismo.

La Bora ha salutato anche Oscar Gatto, gregario fidato di Sagan che a 35 anni ha deciso di chiudere la carriera. Il veneto lascia con una quindicina di vittorie all’attivo, tra cui una tappa del Giro d’Italia e classiche come la Dward door Vlaanderen, il Giro di Romagna e il Trofeo Matteotti.

Non sarà più nella Bora neanche Gregor Muhlberger, corridore austriaco passato alla Movistar.

Oltre a questi tre corridori che hanno già chiarito il rispettivo futuro, ce ne sono altrettanti che non sono stati confermati e non hanno ancora un contratto per continuare l’attività. Si tratta dell’australiano Jay McCarthy, che ha rimediato un brutto infortunio alla Vuelta Espana, del lussemburghese Jempy Drucker e del polacco Pawel Poljanski.

Arrivano anche Kelderman e Politt

Nella nuova Bora hansgrohe che si affaccia alla stagione 2021 ci saranno almeno sette volti nuovi, quelli già ufficializzati dal team tedesco. Wilco Kelderman sarà uno dei leader per i grandi giri, mentre Nils Politt andrà a rafforzare il settore che affronta le classiche al fianco di Sagan. Molto atteso sarà Giovanni Aleotti, una delle grandi speranze del ciclismo italiano, un neoprofessionista che nelle categorie giovanili ha fatto vedere delle doti interessanti per le corse a tappe.

La nuova Bora investirà molto sui giovani. Oltre ad Aleotti nel gruppo dei sette nuovi ci sono anche due 22enni, il belga Jordi Meeus e il britannico Matthew Walls, oltre al 19enne danese Frederik Wandahl. L’ultima novità sarà il 26enne tedesco Ben Zwienhoff, un’autentica scommessa della Bora, pronta a farlo esordire nel grande ciclismo dopo una bella carriera nella mountain bike.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!