Circa due mesi fa Canelo Alvarez otteneva a San Antonio una nettissima vittoria ai danni dell'allora imbattuto Callum Smith, conquistando con merito i titoli WBA e WBC dei pesi supermedi. Nemmeno il tempo di godersi la meritata vittoria e il 30enne pugile messicano è già pronto a mettere in palio le sue cinture. Sabato 27 febbraio (le prime ore di domenica 28 in Italia), Canelo incrocerà i guantoni con lo sfidante turco Avni Yildirim all'Hard Rock Stadium di Miami. L'evento potrà essere seguito in diretta streaming su Dazn.

Canelo il netto favorito, l'obiettivo è riunificare i titoli

Saul "Canelo" Alvarez è senza dubbio il pugile più famoso del mondo al momento.

A soli due mesi dalla vittoria contro Smith, il 30enne di Guadalajara ha deciso di ritornare sul ring e mettere in palio le sue cinture. Sono in tanti a criticare la scelta di un avversario ritenuto non all'altezza come Yildirim, ma è pur vero che Alvarez ha pianificato ben quattro incontri in questo 2021, fatto inusuale nel pugilato moderno. Appare chiaro che per il campione in carica, Yildirim, è un avversario "di passaggio" verso incontri più importanti. In caso di vittoria contro lo sfidante turco, Canelo dovrebbe tornare a combattere ai primi di maggio in una supersfida contro il campione WBO Billie Joe Saunders.

L'obiettivo dichiarato di Canelo, 54 vittorie (36ko) ed una sola sconfitta in carriera, è quello di riunificare tutte le cinture dei supermedi, e per fare ciò dovrà affrontare Saunders (campione WBO) e Caleb Plant, attuale detentore della cintura IBF.

In caso di vittoria contro Yildirim il progetto di Canelo è di altri tre incontri in questo anno solare, con un possibile terzo match contro Gennady Golovkin, attuale campione nei medi. Un progetto senza dubbio accattivante quello della superstar messicana, recentemente liberatasi da obblighi contrattuali con Dazn e libera di cercare i migliori incontri per la sua carriera.

Yildirim cerca l'upset, ma Canelo appare di un livello superiore

Come detto in precedenza, la scelta di un avversario come il 29enne turco Avni Yildirim ha fatto storcere il naso a molti addetti ai lavori. Lo sfidante è infatti fermo dal 23 febbraio 2019, data in cui venne sconfitto da Anthony Dirrell nel match valido per la cintura WBC. Oltre due anni di inattività e un record non proprio esaltante, non rendono Yildirim uno sfidante molto accreditato contro lo straripante Canelo visto contro Smith.

Il turco ha un record di 21 vittorie e 2 sconfitte, ma fino ad ora il livello dei suoi avversari non si avvicina minimamente a quello di Canelo e degli avversari da questo battuti. Nel record di Yildirim figura anche una sonora sconfitta per ko subita da Chris Eubank, incontro che ha profondamente segnato le ambizioni del pugile turco a livello mondiale. Yildirim arriva dunque da netto sfavorito dell'incontro, forse considerato dai più solo un match di rodaggio per il campione in vista di combattimenti più prestigiosi. Come sempre sarà però il ring a parlare e la storia è piena di outsider capaci di ribaltare il pronostico contro i più conclamati campioni.

Non solo Canelo vs Yildirim

La riunione dell'Hard Rock Stadium di Miami, con main event la sfida tra Canelo e Yildirim, sarà accompagnata da altri match di rilievo internazionale.

Su tutti la sfida valida per il titolo WBC dei pesi mosca tra Julio Cesar Martinez e lo sfidante McWilliams Arroyo. Salirà sul ring anche il peso massimo cinese Zhilei Zhang, argento olimpico a Pechino 2008 nei supermassimi dove venne sconfitto in finale da Roberto Cammarelle. Zhang affronterà Jerry Forrest nel suo 23esimo match da professionista, in una carriera che lo vede ancora imbattuto. La trasmissione in diretta dell'evento è affidata a Dazn, che domenica 28 febbraio (in Italia) trasmetterà Canelo vs Yildirim in streaming.

Segui la nostra pagina Facebook!