Milano-Sanremo vuol dire storia, spettacolo ma soprattutto gara monumento del ciclismo italiano. Una bicicletta di vantaggio per Jasper Stuyven sugli inseguitori della volata, trionfa a braccia alzate sul traguardo mettendo tutti dietro! Secondo Caleb Ewan e terzo Wout van Aert.

Milano-Sanremo, la diretta della gara

Vince Jasper Stuyven con un numero fenomenale!!

In una fase di studio ci prova Jasper Stuyven all'improvviso che prende qualche metro, siamo a 1400 metri dall'arrivo!

Gruppo di testa formato da 11 corridori, ci sono tutti i migliori!

Alaphilippe scatta sul Poggio!

Subito dietro Wout van Aert e Van der Poel non mollano! Ancora tutti insieme i migliori, resiste Caleb Ewan

Una vera e proprio volata tra i big per prendere davanti la salita del Poggio di poco più di 3 km, Van der Poel, il superfavorito è rimasto nel gruppo intorno alla quindicesima posizione, niente da fare per Viviani

A 18 km dall'arrivo gruppo compatto e si torna sull'Aurelia, Ineos tutta davanti

La Cipressa fa le prime vittime, un ritmo altissimo della Jumbo Visma e della Ineos costringe Alberto Bettiol, Ewan e altri velocisti a rallentare e staccarsi

Ore 16:06, 23 km all'arrivo, gruppo compatto termina la fuga partita a pochi chilometri dall'inizio

Arrivano anche gli Ineos davanti al gruppo con Ganna, ritmo molto sostenuto, si lancia all'attacco in solitaria Taco van der Hoorn

Ormai vantaggio di pochi secondi per i fuggitivi sulla salita della Cipressa, Jumbo Visma di Van Aert che tira il gruppo fuggitivi rimasti in 3

Il gruppo alle pendici della Cipressa è a meno di 1 minuto dai fuggitivi, siamo a 30 km dall'arrivo

Ore 15:38, 45 km dall'arrivo, gruppo ormai a ridosso dei fuggitivi a 1'35''

59 km all'arrivo, Mattia Viel perde contatto dal gruppo di testa, meno di due minuti di vantaggio

Con l'attuale media i corridori arriverebbero intorno alle 16:40 a Sanremo, media altissima distacco dei fuggitivi sceso a 2'15''

Siamo a 68 km dall'arrivo e la testa della corsa si sta avvicinando alla zona dei capi, uno dei punti cruciali della gara, ora si fa sul serio, distacco di circa 2 minuti

ore 15 e 75 km dall'arrivo: ora il gruppo fa sul serio e il vantaggio comincia a scendere, gli 8 hanno ora meno di 3 minuti con il gruppo in fila indiana, ora stanno attraversando Loano

A meno di 100 km dall'arrivo gli 8 battistrada hanno circa 3 minuti e mezzo di vantaggio

Ore 14:18 e 110 km all'arrivo: vantaggio che si è ridotto per i fuggitivi a 3'14'', ritmo molto sostenuto e testa della corsa a pochi chilometri da Albissola

Testa della corsa che si sta avvicinando al Colle del Giovo, sempre 8 corridori al comando con circa 4 minuti sul gruppo, come ricorda l'account Twitter della Milano-Sanremo sono: Nicola Conci (Trek-Segafredo), Andrea Peron, Charles Planet (Team Novo Nordisk), Mattia Viel, Filippo Tagliani (Androni-Sidermec), Alessandro Tonelli (Bardiani-CSF-Faizanè), Taco Van der Hoorn (Intermarché-Wanty-Gobert), Mathias Norsgaard (Movistar).

Dopo il colle prima vero momento delicato della gara con la discesa verso la costa ligure.

Ore 13:22 e 150 km all'arrivo: siamo a metà gara alle pendici del Giovo, il vantaggio dei fuggitivi si è ridotto ora a 4'33''

Vedere il gruppo in fila indiana a 164 km dall'arrivo è sicuramente strano, si vedono già i gruppi delle squadre tutti raccolti e i gregari dei migliori già davanti, mentre ci si avvicina all'attacco del Colle di Giovo per scollinare in Liguria

ore 13 e 168 km all'arrivo: media a 42,55 km/h, ancora 8 fuggitivi con un vantaggio che si è attestato intorno ai 5 minuti, gruppo in fila indiana, testa della corsa in arrivo ad Acqui Terme

Ore 12:30 e 191 km all'arrivo, gruppo a 5'34'' in fila indiana, andatura sostenuta a 46 di media e avvicinandosi alle pianure di Alessandria arriva un forte vento laterale, incognita ventagli per tagliare il gruppo

Scende il vantaggio dei fuggitivi, a poco più di 200 km all'arrivo di Sanremo il gruppo è a 5 minuti

Ore 11:50 e 215 km all'arrivo: fuggitivi in arrivo a Tortona, gruppo in fila indiana che non lascia andare la fuga e che sta iniziando a rosicchiare secondi, ora il distacco è di 6'09''

Ore 11:28, 230 km all'arrivo: andatura sostenuta, ancora 8 fuggitivi all'attacco, gruppo in fila indiana ora a 6'34''

Ore 11:15: situazione ormai consolidata da alcuni chilometri con il vantaggio dei fuggitivi a circa 7 minuti dal gruppo

Ore 10:43 e 265 km all'arrivo: fuggitivi compatti e con 7'25'' sul gruppo rilassato ma con i Jumbo-Visma a controllare

Ore 10:22 e 280 km all'arrivo della Milano-Sanremo: gruppetto di 8 in fuga con 7'13'' sul gruppo

292 km all'arrivo: Tagliani cerca la fuga da solo, a 24'' il primo gruppetto di inseguitori, gruppo a 48''

297,2 km all'arrivo: Peron cerca un attacco, inseguito e ripreso da un gruppetto che prende qualche metro sul gruppo

Ore 9:58.

la giuria da il via ufficiale al km 0 sul Naviglio direzione Pavia, subito l'andatura si alza e gruppo in fila indiana, temperatura bassa, corridori molto coperti

Ore 9:45: i corridori lasciano piazza Castello, per dieci chilometri percorreranno la città fino allo start in via della Chiesa Rossa.

Ore 9: corridori in Piazza Castello a Milano al foglio firma, Nibali intercettato da Rai Sport è sembrato tranquillo e determinato: "La Milano-Sanremo sembra una classica facile ma è imprevedibile dove può succedere di tutto, siamo una squadra in forma, parte di noi arrivano dalla Tirreno-Adriatico e in parte dalla Parigi Nizza, non siamo i favoriti ma ci proveremo".

Matteo Trentin: "Siamo qui per provarci, la giornata è bella, la Sanremo è una corsa dove non puoi sparare cartucce a casaccio, Julian Alaphilippe e Wout van Aert e Van der Poel sicuramente i favoriti". Elia Viviani: "Sto bene Tirreno in crescita, arrivo rilassato con una squadra forte, grande inizio di stagione, sto sereno a ruota, sarò nella volata se ci sarà".

Il percorso della Milano-Sanremo senza il Passo del Turchino

Un percorso che riprende il tracciato originale dopo i cambiamenti della passata edizione, corsa in estate e con problemi di traffico sull'Aurelia, ma senza lo storico Passo del Turchino a causa di una frana sulla strada al suo posto si scenderà verso la Liguria dal Colle di Giovo.

Questo cambiamento non pregiudicherà le tattiche delle squadre che probabilmente, come nella storia della Milano-Sanremo cominceranno a darsi battaglia sulla salita che porta alla Cipressa, per poi riscendere con una discesa mozzafiato sull'Aurelia. Si arriverà così allo storico Poggio dove tanti campioni hanno scritto la storia del Ciclismo italiano, un trampolino per poi scendere su Via Roma davanti a tutti per cercare l'affondo finale. La corsa sarà di 299 km, tra le classiche sicuramente una delle più lunghe, ma non mancano i campioni al via.

Milano-Sanremo, tanti i campioni al via

La Milano-Sanremo attira da sempre le grandi squadre e i campioni, si arriva alla Classica di Primavera con la Tirreno-Adriatico nelle gambe, ecco che alla partenza troveremo già molti ciclisti in forma.

Tra i favoriti troviamo il talento nascente Van der Poel, ma anche il Campione del mondo Julian Alaphilippe e Wout van Aert. Tanti quelli che potrebbero provare un assolo e che godono di grande esperienza: Sagan, Nibali, Philippe Gilbert o imprevedibili giovani come Michael Kwiatkowski o Bettiol o il campione del mondo a cronometro Filippo Ganna.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!