Il 24 gennaio 2014 è la data ultima per il versamento dela Mini IMU. Per molti italiani si tratta di versare solo piccole somme, ma ad ogni modo il versamento andrà fatto.

E se non si riesce a versare la somma dovuta per la mini IMU entro la scadenzaEcco tutto quello che c'è da sapere in questo caso.

La sanzione per il mancato pagamento della Mini IMU

Indipendentemente dall'importo da versare, chi non effettua il pagamento dell'imposta Mini IMU sarà soggetto alla sanzione, stabilita nella misura del 30 per cento.

Sarà il Comune stesso a notificare al cittadino l'atto di accertamento, richiedendo il versamento dell'imposta non pagata, maggiorata da interessi, sanzione e spese per la notifica.

In base alle nuove regole, non esiste più un importo minimo per la riscossione coattiva da parte dei comuni. Ricordiamo anche che se l'importo dell'imposta è inferiore a dodici euro, il pagamento non va fatto.

Se si paga in ritardo

Chi invece si troverà a pagare in ritardo, ovvero dopo la scadenza del 24 gennaio 2014, potrà usufruire del ravvedimento operoso.

Esistono 3 tipi di ravvedimento operoso.

1) Sprint: si applica quando il versamento dell'imposta viene effettuato entro 14 giorni dalla scadenza. Si applica una sanzione dello 0,2% per ogni giorno di ritardo. Maggiore è il ritardo, maggiore la pecentuale di sanzione.

2) Breve: si applica quando il versamento dell'imposta viene effettuato dal 15° giorno fino al 30° giorno dopo alla scadenza; In questo caso la sanzione da applicare è del 3%, ovvero un decimo di quella standard..

3) Lungo:si applica quando il versamento dell'imposta viene effettuato entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all'anno nel quale è stata commessa la violazione. A partire dal 30° giorno, la sanzione corrisponde ad 1/8 di quella standard, ovvero al 3,75%.